Browse By

L' importanza del centro scacchiera


Un’ altro principio fondamentale è il controllo del centro. Non serve a niente sviluppare i propri pezzi verso l’ esterno. Se piazziamo un pezzo verso il centro, questo pezzo controllerà più case possibili. Un pezzo che controlla più case è un pezzo più forte perchè restringe il campo di azione dei pezzi dell’ avversario.

Il cavallo bianco in d5 si dice che è un cavallo forte. E’ ben insediato nello schieramento avversario, riduce la mobilità dei pezzi del nero, e in caso di cambio, il Ce3 è pronto a prendere di nuovo il posto del Cd5.
Bisogna controllare e occupare il centro.

Secondo questo principio, la prima mossa più forte, è quella di muovere di 2 case i pedoni centrali. Solitamente quelli nelle colonne “e” e “d”.

Anche aprire di cavallo è una buona mossa, ma è necessario in seguito eseguire mosse di pedone per rafforzare il centro. Molti principianti quando muovono i cavalli, li sviluppano in h3 o a3. Ma se l’avversario ha un buon controllo del centro, per esempio ha il pe5 e il ph6, il Ch3 non può andare da nessuna parte! così, i pezzi decentralizzati vengono facilmente esclusi dal gioco.

Ecco che il Ce3 è tagliato fuori dal gioco, in f4 e g5 non può andare, può solo ritornare in g1.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.