Browse By

La struttura pedonale

Tempo fa, verso l’ 800, sei credeva che i pedoni erano pezzi inutili, pezzi che servivano al sacrificio, e a rendere più veloce lo sviluppo dei pezzi.

Oggi la loro concezione è molto cambiata, infatti i gambetti vengono spesso accettati perchè se si riesce a tenere il pedone di vantaggio per tutta la partita, si può vincere poi facilmente. La teoria sul finale si è evoluta, tenendo sempre maggior considerazione dei pedoni.

I pedoni sono ricchi di qualità come:
  1. possono diventare Regina
  2. fanno da scudo e aiutano ad attaccare i pezzi più forti
  3. creano facilmente avamposti ai cavalli
  4. possono scacciare via qualsiasi tipo di pezzo

I pedoni valgono 1, ma aumentano di valore con l’ aumentare della traversa in cui si trovano. Più si trovano vicino alla promozione e più valgono di più. Mai sottovalutare un pedone che corre a promuovere.

I pedoni sono adatti per fermare pezzi come alfieri e torri. Immaginiamo che il nostro avversario abbia solo l’alfiere bianco, disponiamo tutti i nostri pedoni sul bianco. In questo modo, l’ alfiere del nostro avversario varrà di meno di un pedone!

Il bianco è nettamente sotto a punti. Ma ha tutti i pedoni tranne uno che formano una forte catena di pedoni quasi invulnerabile. L’ unica maniera per ridurre la forza di questa massa di pedoni è cercare di indebolirla con mosse tipo: 1…f5 oppure 1…Ah3 costringendo al bianco di giocare 2.g4 il che indebolisce il pedone g3, rendendolo debole.

Sta quindi nella furbizia del giocatore scambiare gli alfieri in base alla disposizione dei nostri pedone. Se noi abbiamo i pedoni disposti sul bianco, cercheremo di cambiare l’ afiere bianco con un cavallo dell’ avversario, o in alternativa con l’ alfiere bianco dell’ avversario.

Avere una buona struttura pedonale vuol dire avere una struttura di pedoni solida e compotta ma che allo stesso tempo non porta ad avere pezzi “cattivi”. Un pezzo cattivo è un pezzo che è bloccato dai suoi stessi pedoni.

L’ alfiere in d3 del bianco è un alfiere cattivo. Il bianco dovrà cercare in ogni modo di sbarazzarsene. Una buona struttura pedonale invece ce l ‘ha il bianco. il cuneo centrale f6-e5-d6 crea grande solidità, lo spazio e6 è ottimo per piazzarci quel bell’ alfiere f8, e l’alfiere c8 è stato sviluppato in b7. I propri pedoni non ostruiscono il passaggio ai nostri pezzi.

Per concludere: Disponiamo i nostri pedoni in modo tale da non ostruire il passaggio dei nostri pezzi, e allo stesso tempo in modo da non lasciare buchi al nostro avversario, controllando le case-chiave della partita.

Vedi anche: La struttura pedonale (Parte II)

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.