Browse By

I Pedoni di donna isolati


Il pedone isolato è definito dalla teoria una debolezza. Tuttavia non sempre lo è. Infatti il pedone isolato è dotato di una grande forza dinamica, però è debole perchè non è sostenuto da un proprio pedone ma deve essere difeso tramite i propri pezzi.

Perciò il dubbio sta nel sapere se prevale più il loro lato forte oppure il loro lato debole.
Talvolta per andare in vantaggio di sviluppo, è anche buona cosa sacrificare il proprio pedone isolato (in modo tale di aprire il centro dopo aver arroccato).

Ricordati che non è mai un male sacrificare un pedone per guadagnare tempi in apertura.

1.d4 d5 2.c4 e6 3.Cf3 Cf6 4.e3 c5 5.cxd5 exd5 6.dxc5 Axc5


Il nero ha il pedone isolato in d5, ma in cambio ha spianato la via libera ai propri pezzi, in particolari, gli alfieri. Ora bisogna valuare chi sta meglio dei 2 giocatori.

La forza dinamica

La forza del pedone d5, sta nella sua possibilità di spinta d5-d4, in più il pedone isolato d5 crea delle ottime case d’ avamposto in e4 e c4. Il nero non deve temere l’ avamposto di cavallo in d4, perchè nonostante questa è una buona mossa, la risposta del nero Cf6- e4 è di gran lunga migliore.

Il bianco non può giocare “f3” altrimento segue Dh4+!

La debolezza del pedone

Abbiamo detto che la casa d’ avamposto e4 è molto più forte rispetto alla casa d4 per il cavallo bianco. Questo però è vero solo in apertura, perchè il cavallo in e5 crea pressione sull’ arrocco, ma nel tardo mediogioco e nel finale la casa d4 diventa più forte, e acquista maggior importanza(perchè controlla meglio le case centrali). Un bell’ alfiere piazzata in d4 diventa molto forte perchè controlla una miriade di case.


Per riassumere, possiamo affermare che il pedone isolato ha un grande potenziale di attacco, che bisogna però sfruttarlo prima del finale, altrimenti si rivela una debolezza.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.