Browse By

Partita commentata

Un mio carissimo lettore (PuroNanoVergine), mi ha richiesto di commentare una sua partita, cercando di capire il perchè non ha saputo mantenere il vantaggio avuto in apertura (mi sono permesso di pubblicare questa partite e questi commenti in modo tale da poter essere utili per tutti):

[Site “www.scacchisti.it”]
[Date “2010.01.03”]
[Event “null”]
[ECO “?”]
[White “moreno9000”]
[Black “joy cormace 74”]
[Result “0-1”]

1. e4 e5 2. Nf3 Nc6 3. Bb5 Nf6 4. O-O Nxe4 5. Re1 Nf6 6. Nxe5 Nxe5 7. Rxe5+ Be7

E fino a quì tutto ok, anche se alla mossa n.6, si poteva giocare prima Axc6 e poi effettuare i cambi sul pedone e5, ma va bene comunque.
8. Nc3

In una posizione così superiore, bisogna impedire che il nostro avversario si “sistemi”, perciò era molto forte 8. De2 (o De1) per impedire l’ arrocco al nero se 8. De2 0-0? 9. Txe7

8. … c6 9. Bc4

Un imprecisione. E’ vero che l’ alfiere in c4 ha una gran bella posizione, ma è anche vero che con la spinta d7-d5 il nero andrebbe a stare bene, poichè ci scaccerebbe l’ alfiere, otterrebbe il centro, e libererebbe il raggio d’ azione all’ alfiere c8.

9. … Qc7 10. Qe1 O-O 11. Rxe7 Ng4 12. g3 h6 13. Bd3

13. Ad3 con l’ idea di giocare De4 e poi dare matto in h7. E’ un piano poco efficace. Se riusciamo a vedere che il nero risce a risolvere tutti i suoi problemi in h7 mettendo il cavallo in f6, allora il nostro piano non è imbattibile. Quando noi creiamo un piano, dobbiamo constatare che sia imbattibile, e che noi otteniamo qualche vantaggio da questo. Dopo aver creato la batteria di alfiere d3 e donna e4, e il nero gioca Cf6, siamo costretti a ritirare la donna. Cosa abbiamo ottenuto da questo piano? Solo perdita di tempi…Non dobbiamo creare piani pensando: “se il mio avversario non vede il modo per difendersi riesco a fregarlo!”; ma bisogna pensare piuttosto: “se gioco così, il mio avversario può difendersi facilmente così, dopodichè sono costretto a ritirarmi…” , così il nostro giudizio sul nostro piano cambierà di gran lunga.

Ora infatti, anzichè giocare 13. Ad3, che blocca la spinta del pedone centrale d2-d4, con la conseguente bloccatura dell’ Ac1. Ora andava giocata 13. d4! e poi se mai 14. Ad3, altrimenti il nostro alfiere c1 e la nostra torre a1 non entreranno mai in gioco (sviluppare tutti i pezzi!)

13. … Qd6

ora, se avevamo giocato d2-d4, avremmo potuto per esemepio minacciare la regina con Ac1-f4.

14. Qe4 Nf6 15. Qe2 Qc5 16. Re5 d5 17. Na4 Qd4 18. c3

una svista data dal fatto di voler minacciare la regina ad ogni costo…C’è di meglio che la regina, per esempio..Un bello scacco matto!

18. … Qxa4 19. b3 Qa5 20. b4 Qc7 21. Ba3

anche quì, era preferibile giocare prima a2-a4 e poi Ae3…

21. … Bg4 22. f3

la teoria consiglia di non muovere più di 2 pedoni dell’ arrocco. Noi ne abbiamo già mosso uno (g2-g3). Quindi forse era preferibile giocare De3, anche se poi c’era da fare i conti con i salti di cavallo in g4…

22. … Rae8 23. Rxe8 Rxe8 24. Qf2 Bh5 25. g4 Bxg4 26. Bb2

Calcolare le varianti (sempre se c’è tempo). A vista d’ occhio, dopo la ripresa 26. fxg4 Cxg4, non c’era nulla, poichè la nostra regina teneva il punto h2, unica possibile minaccia del nero.

26. … Bd7 27. c4

così dopo il cambio dxc4 si crea un pedone isolato in d2. I pedoni, per essere forti, solitamente, devono essere anche belli da vedere. I pedoni devono avere una buona struttura perchè sono l’ anima degli scacchi. Dopo il cambio infatti il pedone d2 rimane isolato e quello in b4 per il momento rimane indifeso. Se si voleva giocare la spinta c3c4, bisognava prima prepararla: Ac2, d3 e poi c4. Avrebbe rischiesto più mosse ma sarebbe stata molto più redditizia.

27. … dxc4 28. Bxc4 Qf4 29. Bxf6

L’ alfiere vale più del cavallo. Ma in questo caso è buona come mossa dato che il nero minaccia di guadagnare materiale, o su c4 o su b4.

29. … Qxf6 30. Re1 Rxe1+ 31. Qxe1 Qg5+

Dove andare col Re? Se è possibile in un posto dove non possiamo subire altri scacchi fastidiosi..e la casa sicura c’è…h1!

32. Kf2 Qh4+ 33. Kf1 Qxc4+ 34. Kf2 Qxb4 35. Kg3

non è scacco…Perchè continuare a muovere il Re?

35. … Qd6+ 36. Kf2

La donna e1 controlla le case scure f2-g3-h4. Se il Re và su queste, ostruisce il controllo della regina si queste, perciò è consigliabile metterlo sul bianco (g2)

36. …Qxh2+ 37. Kf1

37. Re3 era migliore…

37. … Bh3#

Spero di essere stato abbastanza chiaro nei commenti. Ovviamente anche il nero ha fatto un sacco di errori, ma ho voluto sottolineare solo quelli del bianco.  E’ ben impostata la spagnola col bianco, continua a giocarla!

Articoli consigliati

3 thoughts on “Partita commentata”

  1. PuroNanoVergine says:

    Quale onore Christian: un post ad hoc (così però
    vedranno tutti quanto son pippa :-))

    Il tuo commento è stato utilissimo.
    In particolare alla 13 hai giustamente detto che NON si
    deve pensare che l’avversario commetterà errori o sviste
    (mettere Alfiere e Donna in diagonale per tentare
    il matto quando il nero ha ovviamente intuito il piano
    e l’ha disinnescato con facilità).

    Alla 18 è stata proprio una svista: ho dato spacciato
    il cavallo a4 quando bastava spostarlo in c3 (al posto
    di avanzare il pedone in c3).

    Alla 26 altra svista: l’Alfiere andava preso (e anche se
    il suo cavallo mi minacciava la Regina non era una
    minaccia terribile).

    Alla 32 ero sotto pressione e ormai incavolato e ho
    mosso il Re “ad minchiam”: bastava pensare un
    secondo di più.

    Alla 36 ho messo il Re sul nero convinto che così
    l’alfiere campochiaro dell’avversario non rompesse
    le scatole (ma poi il mio Re, causa attacco Regina nera,
    è dovuto tornare comunque su una casella bianca).

    Ancora grazie mille!
    Morenp

  2. PuroNanoVergine says:

    Aggiungo una cosa.
    Forse ha poco senso giocare partite per me troppo
    rapide (15 min.) dove commetto diverse sviste e ho
    poco tempo per ragionare.
    Mi sa che giocherò meno in rete e di più con Fritz
    su tempi superiori (almeno 30 min.)

    p.s. e poi studierò 🙂

  3. Else says:

    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.