Browse By

Le scacchiere elettroniche

Penso che avere a casa una scacchiera del genere (DGT ELECTRONIC CHESSBOARD) sia il sogno della maggior parte degli scacchisti. Una bellissima scacchiera in legno di dimensioni regolamentari (casella 55 mm) a riconoscimento automatico dei pezzi (anch’ essi in legno, Staunton regolamentari ).
La DGT Electronic Chess Board è la naturale connessione tra gli scacchi tradizionali ed il vostro computer con tutte le possibilità che questo può offrirvi.

Si collega al vostro computer tramite la porta USB, dopodichè vi consente di giocare su una vera scacchiera da torneo contro il vostro programma che si trova sul PC, sia esso l`ultimo Fritz, Junior, Shredder, oppure nei principali server di gioco per partite con cadenze da 15 min. in su.

Questa è la definizione che dà “le due torri” di questo magnifico gioiello. Quanto costa questa scacchiera? € 479,00. Niente male dai, a pensare che la stessa scacchiera la utilizzano i grandi campioni quando disputano le loro partite e le trasmettono quindi su maxischermo 🙂 .

Non costa così tanto da non poterla comprare, il fatto è : vale la pena spendere 500 euro per una scacchiera?

Dipende dai punti di vista, io sinceramente non li spenderei mai. Piuttosto ne spenderei 200, ecco perchè mi sono fatto ordinare la NOVAG OBSIDIAN.

Non è maravigliosa? 😀 😀 è un po’ piccola però, misura 37 x 26 x 3,3 , ma ciò che mi ha colpito è stata la semplcità e l’ eleganza dei pezzi. Ad essere sincero, preferivo, come bellezza, la NOVAG CARNELIAN II (e in più costava anche molto meno), ma sforunatamente riusciva ad arrivare ad una forza di gioco solo pari a 1700 punti (europei).

Così ho optato per la mia, che riesce ad arrivare fino a 2050. Penso che sarà molto bello giocarci contro perchè qualche volta potrò anche vincere, e inoltre il programma con 2050 punti ELO, non farà mosse eccccessivamente banali e stupide e quindi ogni partita mi sarà sicuramente di lezione.

Non vedo l’ora che mi arrivi, così quando andrò in giro per l’ Italia in treno a fare concerti, anzichè leggermi un libro, mi farò una bella partita a scacchi 🙂 .

Poi vi farò sapere come mi sono trovato ed eventualmente di consigliarvelo o meno.

Buona serata a tutti!

One thought on “Le scacchiere elettroniche”

  1. PuroNanoVergine says:

    E’ elegante nelle sue dimensioni ridotte.
    Mi piace.

    Ricordo che nel 1700 inventarono una macchina che “giocava” a scacchi.
    Poi si scoprì che in realtà era nascosto all’interno di questa macchina (una sorta di piccolo mobiletto) un nano (non ero io ;-)) che tramite degli specchi vedeva la scacchiera che aveva sopra di sé.

    Io invece ho preso una bella scacchiera Dal Negro di 55 cm con pezzi in legno (re da 95 mm).
    Ogni tanto la tiro fuori, gioco con Fritz riportando le mosse sulla scacchiera in “legno ed ossa” 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.