Browse By

I vari impianti dell' Olandese



Al torneo, concluso con un 3 su 5 (perso 2 partite, una contro Marco 1N e l’ altra contro Stefano CM) , ho vinto un libro che non avrei mai comprato, ma alla quale sono molto incuriosito, e infatti me lo sto leggendo a grandi passi: L’ olandese di De Santis. Secondo lui è un’ arma molto potente contro 1.d4, secondo me invece è un vero suicidio 🙂 . Però lo sto leggendo, in modo tale da capire col bianco, che linee si possono incontrare, e quali sono i vari metodi per vincere in quelle determinate posizioni.

Fondamentalmente possiamo trovare 4 tipi di impianti nella difesa Olandese.

Impianto n.1

Il primo impianto che prendiamo in esaminazione è quello in cui il bianco ha i pedoni c4, d4, e alfiere in fianchetto, e il nero ha l’ alfiere in fianchetto col pedone in d6.

1° posizione

Tale posizione la si ottiene dopo: 1.d4 f5 2. g3 Cf6 3. Ag2 g6 4. Cf3 Ag7 5. 0-0 0-0 6. c4 d6 7. Cc3

Praticamente il nero gioca tranquilamente, preservando per ora il contrattacco, che sferrerà poi nel mediogioco attraverso mosse come 7. … De8 , che permettono alla regina di sostenere la spinte del pedone e5-e7 (oltre che a creare un affiancamento di pedoni centrali).

Impianto n.2

Questo tipo di impianto (che sinceramente non avevo mai visto prima d’ ora), lo si ottiene quando il bianco sviluppa il cavallo in h3 anzichè in f3.

2° posizione

Questa posizione, denominata Variante Karlsbad, la si ottiene dopo le seguenti mosse: 1. d4 f5 2. g3 Cf6 3. Ag2 g6 4. Ch3

Praticamente il bianco sviluppa il cavallo in h3, con lo scopo di piazzarlo in f4 , ed eventualmente spingere il pedone ” h ” attraverso h2-h4-h5.

Impianto n.3

Poi, vi è questa posizione, dove il bianco imposta una Inglese e il nero continua il suo sviluppo.

3° posizione

Il nero adotta sempre lo stesso impianto, infatti questa posizione si ottiene dopo: 1.c4 f5 2. Cf3 Cf6 3. g3 g6 4. Ag2 Ag7 5. 0-0 0-0 6. Cc3 d6 7.d3

il bianco non mira a fermare l’ avanzata del pe7-e5, così il nero gioca 7. … e5 senza bisogno di giocare De8.

Impianto n.4

E infine ci sono gli impianti in cui il bianco non mette l’ alfiere in fianchetto.

4° posizione

che sono quelli più sconvenienti: 1. d4 f5 2. Cf3 Cf6 3. e3

Infatti, dopo che il nero gioca e6 o g6, l’ alfiere campochiaro posizionato in d3 fa ben poco, mentre in g2 è molto forte poichè esercita una grande pressione sull’ ala di donna e sul centro.

Articoli consigliati

2 thoughts on “I vari impianti dell' Olandese”

  1. Leonida68 says:

    A proposito dell’olandese, sono reduce da un torneo semilampo in cui avevo il bianco, o sorpreso l’avversario con il gambetto Janzen 1.d4 f5 2.h3!? Cf6 3.g4 fxg4 4.hxg4 Cxg4 5.Dd3 (qui ho dato un bel colpo sull’orologio per dare pressione psicologica) Cf6? 6.Txh7 Txh7 7.Dg6#
    Puoi immaginare la faccia del mio avversario e la mia goduria, mi domando però cosa sarebbe accaduto se avesse fatto 5…Cf6? Il libro che stai leggendo dice qualcosa a riguardo, come deve continuare il bianco.
    Ciao

  2. Christian says:

    Semplicemente straordinario! io conoscevo il gambetto con g4 subito senza la preparazione con h3, bellissima! Comunque mi chiedi cos’altro avrebbe potuto giocare il nero al posto della sbagliata Cf6? Avrebbe potuto giocare per esempio 5. … g6, tanto il Cg4 non è minacciato e non teme nulla 😉

    Comunque lo devo ancora sfogliare bene… Appena trovo il capitolo in cui parla di questo gambetto, ti farò sapere! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.