Browse By

Imparare dalle sconfitte

42-21056354 La sconfitta è il miglior modo per migliorare. Meno male che perdiamo ogni tanto! Quando noi vinciamo, non è perchè abbiamo giocato bene, è perchè il nostro avversario ha sbagliato qualcosa! Perciò quando noi perdiamo è perchè abbiamo sbagliato qualcosa. La domanda è cosa? Esistono partite in cui l’ errore lo si sà a menadito poichè è stato quel determinato errore che ci ha fatto perdere la partita (o magari dopo quell’ errore abbiamo abbandonato ). Infatti, analizzando la partita con il nostro avversario possiamo capire immediatamente qual’ era la risposta più corretta rispetto a quella che abbiamo effettuato in partita.

Poi, esistono anche le partita in cui ti chiedi: ” Ma dove ho sbagliato? ” . Le mosse che hai giocato ti sembrano tutte buone, e quando analizzi la partita col tuo avversario gli unici ” consigli ” che questo ti dà sono: ” hai giocato troppo passivamente ” in linea molto generale, anzichè: ” alla tredicesima dovevi giocare Td8 anzichè Ad7 “.  In questi casi, come bisogna comportarsi?

Il tuo dopopartita, non deve essere solo un analisi meccanica incentrata sulla ricerca dell’ errore. Quella mossa che se non l’ avessi giocata, il mio avversario sarebbe andato di la, io avrei fatto questa ecc.. E se sbagli ancora nel ipotizzare queste mosse? In questo modo non farai altro che confonderti le idee.

Alcuni dicono che per migliorare dopo una partita, non bisogna analizzare gli errori di mosse, ma gli errori posizionali. Ciò cosa significa. Significa che non bisogna guardare la partita come un insieme di mosse e semi-mosse, ma come un’ inseme di blocchi di mosse, dove dentro questi troviamo le posizioni.

Io penso che la soluzione migliore stia nel combinare tutte e due le cose, ovvero, analizzare le mosse e trovare l’ errore ed analizzare al contempo la posizione.

Percui il tuo lavoro non consiste solo nell’ identificare l’errore, ma nello scoprire che errore c’ era nella posizione che ci ha portati a perdere.

Il lavoro più complicato ed efficente quindi stà nel fatto di analizzare una posizione non chiara e renderla chiara.

In questo modo miglioriamo di gran lunga la nostra comprensione del gioco.

Supponiamo che hai giocato una partita dove per tutto il tempo il tuo alfiere campochiaro è rimasto alla posizione di partenza, bloccato dai tuoi stessi pedoni posizionati sulle case bianche (e6-c6). In questo modo l’ alfiere non è stato utile all’ azione, e nemmeno la torre in a8, intrappolata (classico caso di alfiere cattivo).

Alfiere cattivo scacchi

L’ alfiere bianco non dà aria nè a sè stesso e nè alla torre, bisogna intervenire, ma come? Andando in d7, è vero che si libera la torre, ma è vero anche che l’ alfiere non ha alcuno scopo, anzi, indebolisce il pedone b7. Aprendo il fianchetto tramite b7-b6 e Ac8-b7 l’ alfiere va comunque a sbattere contro d5. Non sembrano esserci soluzioni per risolvere il problema.

In realtà, se questo nostro alfiere è cattivo, ci basta e avanza anche scambiarlo per un cavallo.

Liberarsi dell' alfiere cattivo

Così facendo il nero piazza il suo alfiere in a6, scambiandolo con quello buonissimo dell’ avversario. Infatti il bianco ha tutti i suoi pedoni sul nero, di conseguenza il suo alfiere acquista molta forza. Se noi cambiamo il nostro alfiere campochiaro (cattivo) con quello campochiaro del bianco (buono) avremmo un doppio vantaggio.

Perciò, se nelle tue partite, trovi che accade spesso che il tuo alfiere in c8 non gioca molto, allora probabilmente, se vuoi migliorare realmente, dovresti prendere anche in considerazione l’ opzione di cambiare apertura. Infatti non è detto che l’ apertura che ci stà più simpatica sia anche la più congeniale a noi 😉 . Se ami la difesa francese e questa ti dà sempre grosse difficoltà nel gestire l’ ala di donna allora ti consiglio di cambiare apertura. Se ami la difesa del Dragone e le tue partite prendono sempre un piede aggressivo e tu sei più abile nel gioco posizionale, allora anche quì dovrai cambiare apertura o variante.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.