Browse By

Scacchi lampo, utile o una perdita di tempo?

Sono definiti scacchi lampo tutte quelle cadenze di gioco che vanno dal minuto fino ai 14:59 secondi. Così, se i due giocatori impostano una partita a scacchi dalla durata di 5 minuti (a testa), la partita è considerata lampo. Ricordo inoltre che nessuna partita lampo (tranne qualche eccezione) è omologata per la variazione di punteggio ELO. Se non esistono tornei con la variazione ELO allora, cosa serve giocare lampo?
Per prepararci a tornei con tempi lunghi è necessario giocare molte partite di allenamento con la medesima cadenza di gioco. Ma, non essendoci tornei lampo (validi per la variazione di punteggio e di categoria), cosa gioco a fare lampo?

La teoria più diffusa riguardo il gioco lampo è che questo stimola la capacità di prendere le decisioni con poco tempo a disposizione. Infatti questo può risultare molto utile nelle partite da torneo nei casi di Zeitnot (mancanza di tempo). Può essere quindi tutto riducibile al semplice fatto che gli scacchi lampo potrebbero aiutare un giocatore ad uscire dallo zeitnot, oppure c’è dell’ altro..?

Non penso. Secondo me giocare lampo ha dei forti vantaggi e delle numerevoli ripercussioni positive sulla formazione dello scacchista. Ti sei mai chiesto perchè molti giocatori giocano meglio nelle partite da 5 min piuttosto che in quelle da 1h e 30min? Non si tratta del fatto che hanno sempre giocato lampo e quindi hanno più allenamento in quel campo, ma si tratta di un fattore psicologico ben più importante ed è un fattore che solo gli scacchi lampo riescono a far fuoriuscire. Per spiegartelo meglio ti farò un breve esempio.

Per calcolare lo spazio d’arresto di un’ auto su di un tracciato, bisogna prendere in considerazione 4 fattori: tipo di manto stradale, velocità del veicolo, tempo di reazione e tempo di frenatura.

Chiunque di noi potrebbe presumere che, con l’ aumentare della velocità, il tempo di arresto diminuisca. Tuttavia questa considerazione è errata. Infatti, con l’ aumentare della velocità il conducente del veicolo presta una maggiore attenzione al volante, che gli farà diminuire di gran lunga il coefficente di ” tempo di reazione ” impiegando così meno tempo per effettuare uno spazio d’ arresto rispetto ad un veicolo che procede ad una minore velocità.

Infatti, quando si guida con calma e lentezza, i nostri riflessi calano e con loro anche la nostra attenzione. Ne consegue quindi questo principio:

All’ aumentare della velocità aumenta la nostra attenzione e viceversa.

La stessa cosa quindi succede negli scacchi. Quando il tempo a disposizione sull’ orologio è poco già in partenza, si è costretti a muovere i pezzi più velocemente. In questo modo la nostra attenzione si fa massima e riusciamo ad analizzare la posizione almeno 2 volte meglio rispetto ad una partita con tempi lunghi.

Molti di voi questo l’ avranno già notato. Molte volte quando il tempo è tanto, si tende a fossilizzarsi sulla scacchiera, talvolta senza pensare a nulla, gurdando semplicemente la scacchiera. Il tempo in cui ragiona il nostro avversario lo buttiamo letteralmente e pensiamo: ” E’ inutile che provo ad analizzare altre posizioni perchè se lui non gioca la mossa che penso io? ” così aspettiamo che il nostro avversario faccia la sua mossa per iniziare a pensare.

Questo è uno dei più grossi errori che porta il gioco lento. Nel gioco lampo non possiamo permetterci il lusso di fare ciò. Infatti il tempo del nostro avversario lo utilizziamo sempre per cercare dei punti deboli all’ interno del suo schieramento, per preparare un nuovo piano ecc..

Così il gioco lampo ci stimola il cervello a lavorare, dandogli così un impulso a farlo anche nelle partite ragionate. Ma i benefici di questo non finiscono quì. Il gioco lampo riesce a sviluppare un’ altra potenzialità unica per ogni scacchista: l’ intuito.

Quest’ ultimo è il sesto senso dello scacchista. Ognuno sviluppa il suo intuito che altro non è che la capacità di individuare la mossa migliore a primo impatto. Grazie a questa capacità, un forte giocatore riesce a scartare una serie di candidate ” brutte per intuito “.

Data una posizione, il forte giocatore individua “subito” almeno nel 90% dei casi le mosse più forti e scarta immediatamente le mosse deboli, sia dal punto di vista tattico sia dal punto di vista strategico. Non a caso i forti giocatori a cadenza normale sono per lo meno buoni giocatori a cadenza rapida. La differenza di punteggio ELO può essere in più o in meno di 200-300 punti, ma non di più. E’ pertanto del tutto illusorio che un giocatore di 1.900 punti ELO lampo ritenga di avere una comprensione scacchistica da 2.500 a cadenza normale.

Come utilizzare con intelligenza gli scacchi lampo

Di seguito ti elencherò alcuni consigli sul come poter far fruttare a tuo favore le partite lampo e quindi come e quando utilizzarle. L’ importante è non farne un abuso poichè ti voglio ricordare che questo stile di gioco non significa giocare a scacchi ma è tutt’ altro (per la maggior parte divertimento).

  1. Gioca lampo come se stessi giocando una partita ragionata. Con questo intendo dire che non c’è bisogno di alterare il tuo stile di gioco quando passi da una cadenza all’ altra. Su questo mi devo migliorare anche io. Per esempio nelle lampo sono un giocatore estremamente aggressivo, in cerca di sacrifici assurdi, mentre nelle ragionate sono un giocatore prevalentemente posizionale.
  2. Gioca lampo per vincere con la scacchiera e non con il tempo. Infatti, speculare sull’ orologio solo per aer vinto una partita amichevole non ha nessun significato. E’ più valido perdere per il tempo ma essere sopra di materiale che vincere per il tempo ma avere in gioco solo il Re e qualche pedone.

Articoli consigliati

2 thoughts on “Scacchi lampo, utile o una perdita di tempo?”

  1. Kasper says:

    Ciao, uno dei problemi delle lampo è che sono come le ciliegie: una tira l’altra. Così ti trovi ad aver giocato 10-15 partite di fila e non hai il tempo di analizzarle per capire perchè hai vinto (o perso). Io cerco di darmi un limite preventivo: 3-4 e poi stop.

  2. Christian says:

    Verissimo, concordo in pieno! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.