Browse By

Chess-Boxing: disonora il nobil giuoco?

Questo tipo di sport, nato nel 2001, combina la box con gli scacchi … come mai? L’idea è quella di cancellare l’immaginario collettivo del lottatore tutto muscoli e niente cervello. Infatti, per poter praticare questo sport ibrido, c’è sicuramente bisogno di tutti e due le qualità: muscoli e cervello!

Un match è formato da 11 round e in questi 11 round ci sono diverse riprese fra box e scacchi. La partita di scacchi è regolata su di un tempo di 20 minuti per finire la partita. I lottatori/giocatori, perderanno in caso in quì ricevano un K.O. o sul ring o sulla scacchiera, oppure in caso di perdita per il tempo sulla scacchiera (oppure ancora tramite perdita per inferiorità ai punti che vengono conteggiati sia nella partita di scacchi sia che sul ring).

Questo sport ha preso già moltissimo piede e trova sempre più partecipanti (che secondo me arrivano tutti più dagli scacchi che dal mondo della boxe). Secondo me appunto è stata una gran trovata pubblicitaria fondare questo sport. Infatti fà un’ immensa pubblicità al nostro gioco, rendendolo noto anche in un mondo molto diverso da quello degli scacchi.

Secondo me il grande Garry potrebbe diventare tranquillamente il campione al mondo di questo sport…alla fine basta solo sopravvivere un round sul ring e poi, appena si và sulla scacchiera.. non c’è più storia per nessuno!

Ecco un video di una partita disputata in questo sport:

Che ne pensate? Lo fareste mai un giorno?

Io sinceramente dico : mai dire mai!

Articoli consigliati

One thought on “Chess-Boxing: disonora il nobil giuoco?”

  1. Gianluca says:

    Bisognerebbe “vedere” una di queste partite di scacchi e chiedere, magari a un Rino Tommasi, un giudizio sul combattimento….a me sembra sinceramente una bestialità.
    Perchè non fare nuoto e tiro con l’arco? Surf e pallanuoto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.