Browse By

Difesa Scheveningen Moderna: spinta 9…e5!

Il diagramma rappresentato quì di fianco raffigura l’ impianto moderna della difesa Scheveningen. A differenza della classica Scheveningen questo impianto moderno possiede una risposta molto attiva ed aggressiva alla nona mossa. Questa risposta è data dalla spinta di pedone e6-e5. Prima di addentrarci nel particolare, cerchiamo di capire il perchè di determinate scelte del bianco e del nero.

A questo impianto ci si arriva attraverso le mosse:

1.e4 c5 entrando così in una difesa siciliana.

2. Cf3 d6 tramite la spinta di d6 il nero “camuffa” temporaneamente la Scheveningen in una difesa Dragone della siciliana.

3. d4 cxd4 4. Cxd4 Cf6 5. Cc3 e6 quando il nero posiziona i pedoni centrali sulle case d6 ed e6, allora si è entrati ufficialmente nella variante Scheveningen della difesa siciliana.

6. Ae2 Cc6 7. 0-0 Ae7 8. Ae3 0-0 9. f4 e5!

Questo sistema moderno venne utilizzato per la prima volta da due GM molto noti, Spassky e Bondarevsky.

Praticamente con questa spinta di pedone il nero dà inizio alle operazioni al centro senza perdere alcun tempo e soprattutto senza dare la possibilità al bianco di organizzare le sue forze al meglio. Io personalmente la trovo un’ ottima giocata.

Tuttavia dopo questa spinta di pedone, la casa d5 rimane una casa debole.

Ma il nero non si preoccupa di questo perchè vedremo insieme che troverà il modo per eliminare ogni debolezza su d5 ottenendo un gioco buono e alla pari, se non con qualche vantaggio in più!

Dopo un possibile cambio del pedone f4 per quello e5, la debolezza del pedone bianco in e4 compensa quella in d6 perciò anche in questo caso vi è una posizione equilibrata e tutta da giocare.

Ora però il bianco ha una miriade di continuazioni possibili a suo favore. Per esempio:

  • 10. Cf5 Axf5 11. exf5 exf4 12. Txf4 d5!
  • 10. fxe5 dxe5 11. Cf5 Axf5 12. Txf5 Da5!
  • 10. Cdb5 a6 11. fxe5 dxe5 12. Dxd8 Axd8 13. Cd6 (con leggero vantaggio posizionale del bianco).
  • 10. Cxc6 bxc6 11.fxe5 dxe5 12. Ac4!? Cg4! 13. Dxd8 axd8 14. Ac5 Ab6!

Sono tutte buone continuazioni ma la teoria consiglia:

10. Cb3 exf4

Il piano del nero oramai è chiaro. Egli vuole sviluppare l’ alfiere in e6 per sostenere la spinta di pedone in d5.

11. Axf4 Ae6

Ed il bianco non può impedire la forte spinta di pedone in d5 del nero infatti dopo per esempio 12. Af3 segue 12…Ac4 13. Tf2 Ce5 14. Td2 Dc7 con gioco pari.

E’ un’ apertura che apre una miriade di possibilità per entrambi i colori, soprattutto per il nero che può giocarsi le proprie carte al meglio dato che il bianco solitamente si prepara sulla variante classica della Scheveningen.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.