Browse By

Un’ arma contro la Siciliana! (Variante Alapin)

Questo articolo partecipa al 1° concorso di mattoscacco.com. Autore: Sam

Come tema per il concorso ho scelto la variante Alapin della Siciliana ( 1.e4 c5 2.c3 ). Diagr. 1

Il primo ad utilizzarla fu il maestro russo Simon Alapin mentre fu sviluppata dal Grande Maestro Sveshnikov. E’ sicuramente uno dei sistemi “anti-siciliana” più giocati.Uno dei suoi estimatori è sicuramente il GM Michele Godena che ha ottenuto degli ottimi risultati con essa.

L’idea del bianco alla base di questa apertura è quella di ottenere due pedoni al centro, cosa che il nero deve assolutamente evitare. Il Bianco (con 2.c3) prepara la spinta in d4 pronto, in caso di cambio, a riprendere in d4 con il pedone ed evitando la semiapertura delle colonne c (Nero) e d (Bianco)  e rinunciando a cedere un pedone centrale (alcuni ci tengono molto:-D) per uno laterale come avviene invece nella normale Siciliana Aperta (1.e4 c5 2.Cf3 d6 3.d4 cxd4 4.Cxd4 ecc.)

Come ho gia detto la mossa peggiore che il nero possa fare contro la variante Alapin è il cambio in d4 che lascierebbe il controllo del centro al Bianco. Allora quale è la migliore risposta del nero?

Il nero ha a disposizione varie mosse:

2…Cf6

2…d5

2…e6

2…d6

2…g6

2…b6

2…e5

2…Da5

2…Cc6

2…a6

2…Dc7

Ma le risposte più efficaci del nero sono le prime quattro!

2…Cf6 e 2…d5 sono le varianti più forti!

Perché?

Perché il bianco avendo mosso il pedone c2 in c3 non potrà sviluppare il Cb1 in modo “naturale” (Cc3) e così facendo la casa d5 ed e4 non saranno controllate dal cavallo, perciò il nero basa la sua strategia su questa”debolezza”.Cf6 (la migliore) ,che punta sul pedone e4 indifeso, è il metodo più attivo anche se questo comporta dei rischi, soprattutto se la si gioca senza conoscere le linee principali e le posizioni che possono venirsi a creare!

Vediamo insieme le linee principali iniziando proprio da 2…Cf6 :

·    2…Cf6 3.e5 Cd5 (il nero, un po’ come succede nella Difesa Alekhine, invita il bianco a spingere in e5 per poi contrattaccarecon d7-d6) Diagr. 2


4.d4 cxd4 5.Cf3 (non c’è fretta di riprendere il pedone per adesso meglio svilupparsi)5…Cc6

Adesso il bianco ha due possibilità:

1)   6.cxd4 d6 7.Ac4 Cb6 8.Ab5 dxe5 9.Cxe5 Ad7 10.Cxd7 Dxd7 11.Cc3 e6 12.0-0 Ae7 13.Dg4 0-0 con parità. Diagr. 3


2)   6.Ac4 Cb6 7.Ab3 d6 8.exd6 Dxd6 9.0-0 Ae6 (Il nero rifiuta il sacrificio del pedone c3 che darebbe al bianco una fastidiosa iniziativa) 10. Axe6 Dxe6 11.Cxd4 Cxd4 12.Dxd4 Td8 13.Dh4 De2 in questa posizione equlibrata il bianco ha un vantaggio di svilluppo anche se non gli sarà facile sviluppare il lato di Donna. Diagr.4


·      2…d5 3.exd5 Dxd5 4.d4 (si rientra in una struttura con pedone isolato, che darà al bianco un’ iniziativa fastidosa, ma se il nero riesce a difendersi bene arrivando in finale il pedone d4, essendo isolato, potrebbe cadere) 4….Cf6 5.Cf3 e6 6.Ca3 (con l’idea Cb5 che punta su c7 e su d4) 6…Dd8 7.Cc2 Cc6

8.Ae2 Diagr. 5


·      2…e6 con questa mossa dopo 3.d4 e la spinta 3…d5 si rientra in posizioni tipiche della francese! Se adesso, per esempio, il bianco spinge in e5 si rientra nella variante di spinta. Diagr. 6


·      2…d6 3.d4 Cf6 4.Ad3 cxd4 5.cxd4 g6 6.Cc3 Ag7 e in questa posizione il nero non raggiunge la parità! Diagr. 7


Concludo l’ analisi di questa bella apertura (sperando che non vi abbia annoiati) con una “dimostrazione pratica” della Alapin, in cui ricorrono alcuni motivi strategici che ho trattato sopra!

Campionati Europeri Individuali

Luogo: “Rijeka CRO”

Data “2010.03.09”

White “Michele Godena”

Black “A Kargin”

WhiteElo “2561”

BlackElo “2400”

1.e4 c5 2.c3 Nf6 3.e5 Nd5 4.Nf3 Nc6 5.Bc4 Nb6 6.Be2 d6 7.exd6 Qxd6 8.Na3 e5 9.0-0 Be7 10.d4 cxd4 11.Nb5 Qd8 12.cxd4 a6 13.d5 Nxd5 14.Qxd5 axb5 15.Qxd8+ Bxd8 16.Bxb5 f6 17.Be3 Be6 18.a4 Kf7 19.Rfc1 Na5 20.Nd2 Be7 21.Bb6 Nb3 22.Nxb3 Bxb3 23.Rc3 Be6 24.Rc7 Rhc8 25.Rxb7 Bd5 26.Rd7 Bc6 27.Bxc6 Rxc6 28.Be3 Rb8 29.a5 Rxb2 30.h3 Ke6 31.Ra7 Rcc2 32.a6 Ra2 33.Rxa2 Rxa2 34.Ra8 f5 35.a7 f4 36.Bb6 Kd7 37.Rb8 Kc6 38.f3 Bh4 39.Kh1 e4 40.fxe4

1-0

Articoli consigliati

9 thoughts on “Un’ arma contro la Siciliana! (Variante Alapin)”

  1. Andrea says:

    Gran bella guida Sam, devo dire che io spingo in d5 alla seconda e qui non c’è nemmeno un accenno, anche se è molte volte più giocata di e6.
    Riguardo a 2…g6, che anche questa ogni tanto mi viene voglia di giocare, non è così scorretta, dopo il cambio in d4 con una spinta in d5 la posizione è tutt’altro che vinta, anzi.
    Tu citi anche a6 che però rientra in una variante 1. e4 a6 senza i pedoni c (Oppure chiamala variante O’Kelly che sarebbe il nome giusto) che è abbastanza scorretta

  2. Sam says:

    Grazie Andrea,
    ma 2…d5 c’è guarda bene nell’ articolo!
    Anzi, ho scritto che 2…Cf6 e 2….d5 sono le var. più forti, ho spiegato anche il perchè!
    Comunque ho spiegato solo le varianti principali per non allungare troppo il “brodo”.
    Le mosse che ho elencate sono in ordine di importanza e sei hai visto 2…g6 è subito dopo le 4 var. principali!
    Quelle che non ho considerate, non sono scorrete ma semplicemente meno usate e meno efficaci!!!

  3. Sam says:

    Con 2…g6 si può rientrare in posizioni tipiche di 2…d6 (vedi diagramma 7)

  4. Sam says:

    Oppure in posizioni con pedone isolato!!!
    Con i suoi pro e contro come detto nell’ articolo!

  5. Andrea says:

    Opporca non le avevo neanche viste 😛 mi dispiace.

  6. Sam says:

    Non fa niente succede!

  7. Giorgio says:

    bello il tuo articolo!

  8. Tony says:

    Intervengo solo ora perchè non ho voluto influenzare i giudizi della giuria con il mio commento.

    Mi concentrerò solo sulla variante con 2.., Cf6 perchè è quella che conosco meglio. Secondo me le linee 1 e 2 si concludono troppo bruscamente perchè in realtà la teoria parte dai due diagrammi. Prendiamo ad esempio il secondo. Tu dici: “in questa posizione equlibrata il bianco ha un vantaggio di svilluppo anche se non gli sarà facile sviluppare il lato di Donna”. ecco, il problema è proprio quello di mostrare come il B. può svilupparrsi senza perdite di materiale. Ad esempio la mossa 14. Ae3 perde un pedone mentre mosse come 14. Ad2 o 14 Cd2 potrebbero avere come replica 14.., Txd2. Non dimentichiamo che il N. ha anche la spinta in h5 a disposizione, una mossa che da un lato prepara il cambio delle Donne in g4 e dall’altro libera la Torre h8.

    Mi rendo conto che il tuo progetto era un po’ diverso perchè forse intendevi dare una panoramica dei vari sviluppi dell’Alapin. In questo senso il tuo lavoro è riuscito bene.

    Prendi questo mio post non come una critica ma piuttosto come un suggerimento per il tuo prossimo articolo.

  9. Sam says:

    Ho letto solo adesso questo commento!
    Comunque grazie mille per il suggerimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.