Browse By

Combattere la Difesa Olandese col Fianchetto

la difesa olandese

La difesa Olandese è un’arma potente contro l’apertura di Donna 1.e4 . Grazie a questa il nero riesce a creare un ottimo controgioco, mettendo al sicuro il proprio Re e allo stesso tempo creando pressione al centro. Infatti la spinta di pedone “f”…

1. d4 f5
Serve a controllare la casa e5 per poterla poi assaltare con un attacco di pezzi.
La spinta del pedone f5, non ha solo lo scopo di creare pressione al centro, ma ha anche lo scopo di neutralizzare ogni iniziativa del bianco sull’ala di Re. Infatti, se il bianco sistema il suo Alfiere in d3 che punta su f5 sorretto da g6, farà veramente ben poco. Ecco perchè è un buon sistema per il Bianco piazzare l’alfiere in fianchetto. In questo modo avrà la grande diagonale h1-a8 libera. Lo stesso discorso vale per l’alfiere camposcuro. Essendo nella sua posizione naturale (c1) ha già la diagonalre c1-h6 libera.
Se invece l’Alfiere campochiaro si mette in d3, non solo non ha alcuno scopo, ma per metterlo in d3 bisogna spingere il pedone e2-e3. In questo mdoo il pedone da e3 chiuderà il raggio d’azione all’alfiere camposcuro, essendo così dobbiamente inutile, anzi doppiamente controproducente. Sono queste piccole differenze che ad alti livelli fanno differenza tra partita vinta e partita persa.
Certamente ci sono state partite vinte col Bianco che disponeva l’alfiere in d3, ma quelle li reputo dei casi oppure il Bianco aveva un piano ben preciso in mente magari già sperimentato in pù e più partite.
Esaminiamo ora una partita che finì patta in poche mosse ma che ogni tratto di questa singola partita ha molto da insegnarci. Eccola:

Analisi di una partita

analisi partita di scacchi Analizziamo questa partita disputata nel 1999 tra Mazalon Mariusz e Liszka Zbigniew (entrambi i giocatori erano polacchi).

In questa partita il Bianco cerca di affrontare la Difesa Olandese attraverso un sistema del doppio fianchetto. Tale sistema viene utilizzato spesso dal Nero per combattere il Sistema Colle, tuttavia Mazalon  ci dimostra che può essere utilizzato anche col Bianco in questa difesa.

La partita durò poche mosse, ma fu istruttiva…

1. d4 f5 2. g3 Cf6 3. Ag2 g6 4. Cf3

Il Bianco può giocare anche subito 4. b4, dopodichè 4. … d6 minaccia …e5 ma il Bianco può impedire ciò con 5. Ab2 Ag7 6. Cf3.

4. … Ag7 5. b4

Questa spinta di pedone b2-b4 è un’arma fondamentale per il Bianco. Infatti egli può iniziare a guadagnare spazio per l’inizio del Mediogioco. Il Nero deve dare molta attenzionoe a questa spinta e non farla passare inosservata perchè se così fosse può essere punito facilmente di questa sua negligenza.

5. … Ce4!?

Alessio De Santis afferma che questa mossa è la sua preferita e che la utilizza spesso e fa ormai parte del suo repertorio. Egli afferma che questa mossa ha un rendimento elevato e può cogliere di sorpresa gli avversari.

Ovviamente c’erano molte altre alternative buone a questa mossa come  5. … d5 impostando una Stonewall. Oppure con 5. … d6 si imposta una Leningrado.

6. Ab2

La diagonale nera è Debole ed il Nero non ha molte alternative. L’A in b2 risulta senza ombra di dubbio la scelta migliore. Una mossa come per esempio 6. Cbd2? fa seguire Cc3 perdendo la Donna.

6. … c5

Si poteva giocare anche 6. … c6 che porta ad un gioco interessante con  7.  0-0  a5 ecc..

7. bxc5 Cxc5

Sfruttando l’inchiodatura dell’Alfiere in b2.  Il nero cerca di far sparire il pedone in b4 per poter usufruire del vantaggio di spazio.

8. Cc3 Ce4 9. 0-0 d5! 10. Cxe4 dxe4!?

Imprecisione del Bianco che il Nero saprà ben sfruttare ..

11. Ce5 Ae6 12. e3 Cc6 13. Cxc6 bxc6 (1/2)


Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.