Browse By

Consigli Per Chi Inizia a Giocare a Scacchi

consigli di scacchi Da un noto Blog di scacchi Americano ho tratto spunto per scrivere questo nuovo articolo. Ovvero un articolo in grado di dare delle prime basi per chi inizia a giocare a scacchi. Ovvero cosa deve fare, con che criterio si deve muovere, e come cercare di vincere la partita.

Ovviamente per molti di voi queste sono cose già dette e stradette, ma penso che per i neofiti siano consigli assolutamente validi. Non mi perdo in altre chiacchiere e vieniamo subito al sodo.

La Strategia

Quando si gioca a scacchi bisogna sempre avere una strategia anche se questa è semplice e banale. Anche solo concentrare tutte le forze contro un pedone può essere una strategia. Certo, alcuni possono vincere su mezzi di fortuna o altro, ma la strategia è il modo migliore per vincere. La strategia di gioco è diversa dal tatticismo. ciò vuol dire che la strategia di gioco è qualcosa che va pianificata sin dalle prime mosse per potere poi avere vantaggi in futuro. Per esempio, pianificare di giocare quasi totalmente sull’ala di Donna incurandosi del Re ma cercando di catturare quanto più materiale possibile può essere una strategia.

Cosa Fare Alle Prime Mosse

Qui di seguito troverai le strategie migliori per poter iniziare a capire come impostare il proprio gioco. Inizia con il “tiarare fuori” i pezzi leggeri (ovvero Cavalli e Alfieri). Alcuni giocatori di scacchi muovono prima gli Alfieri e poi i Cavalli, dipende dal tipo di apertura che si intende gopcare. Molti tuttavia asseriscono convinti che è meglio sviluppare prima i Cavalli.

Insieme a questa strategia segreta di scacchi va un altro segreto, ovvero quello di sviluppare questi pezzi in modo tale che riescano a convergere al centro. Per esempio, la mossa di Cavallo Cg1-h3 è inutile perchè il Cavallo non può andare al centro scacchiera da quella posizione. Se invece il Cavallo è in f3 , può benissimamente spostarsi al centro. Ovviamente lo stesso discorso vale anche per gli Alfieri. Un Alfiere in c4 è preferibile rispetto ad un in e2.

Il controllo del centro scacchiera è una strategia di scacchi, che non è poi un segreto dato che tutti ormai sanno che il centro è preferibile al bordo scacchiera. Il segreto invece è quello di pianificare l’apertura in modo tale da poter riuscire a controllare bene il centro. Per esempio il mio consiglio è muovere i tuoi pezzi al centro in modo tale da dare meno spazio possibile al tuo avversario per manovrare e creare del controgioco. Un buon controllo del centro ovviamente ti darà maggiore iniziativa e maggior spazio di manovra.

Il posizionamento dei pedoni è uno dei segreti meglio custoditi nella strategia di scacchi. Con i tuoi pedoni posizionati correttamente puoi creare protezione al tuo Re e inoltre avere un grande vantaggio al centro per un miglior mediogioco. Una buona struttura di pedoni è in grado di dare forza a tutto il tuo esercito.

Omogeneità

Ricordati che gli scacchi sono un gioco di guerra e i tuoi pedoni sono la tua fanteria. Hanno bisogno di stare insieme. Se lo saranno, resteranno forti. Cerca perciò di non dividere i tuoi pedoni creando delle isole pedonali. I tuoi pezzi e i tuoi pedoni devono essere omogenei, schierati con un certo ordine per tutte le colonne. Se hai 3 pedoni su di una stessa colonna, questi non serviranno a niente. In quel caso è come avere 1 solo pedone al posto di 3.

L’attacco

Infine alcuni consigli vanno riguardo il piano di attacco. Non tentare di attaccare un pezzo avversario se da questo attacco non ne ricavi un vantaggio. Può sembrare un discorso banale ma non lo è. Tieni sempre bene a mente il valore dei pezzi. Per esempio, non attaccare un Alfiere difeso da un pedone con una Torre. Infatti, dopo lo scambio, quello che avrà la peggio sarai tu.

Devi creare perciò attacchi che ti creano vantaggio rispetto al tuo avversario o per lo meno restare in pari (come uno scambio cavallo per cavallo). Prova attacchi doppi come le forchette dove si mettono due pezzi nemici sotto attacco e l’avversario sarà costretto a perderne uno dei due. L’importante è stare attenti nel guardare le possibilità di spostare un pezzo in posizione attiva, in grado di creare forti attacchi.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.