Browse By

Il potenziale tattico

La combinazione è una sequenza di mosse forzanti al termine della quale uno dei due giocatori si trova in vantaggio; questa sequenza di mosse, per essere chiamata combinazione, deve fare uso di temi tattici; spesso include anche un sacrificio temporaneo. Una combinazione è chiamata spesso tatticismo, a sottolineare la grande importanza che hanno i temi tattici negli scacchi. La tattica è, intesa in senso lato (e comune) tutto ciò che ha a che fare con le combinazioni.

Introduco ora il concetto di Potenziale Tattico della posizione; in sostanza, il Potenziale Tattico (PT) è la probabilità che nella posizione sia possibile una combinazione. Il PT è tanto maggiore quanto maggiori sono le condizioni che aumentano il PT. Il PT è un concetto utile perché ci dice, sostanzialmente, quando dobbiamo stare attenti alla presenza di una combinazione nella posizione: quanto maggiore è il PT tanto più dovremo stare attenti a cercare delle possibilità combinative.
Le condizioni che aumentano il PT sono espresse di seguito:

Re Esposto
Ciò che riguarda la posizione del re porta in sé il germe del tatticismo: posizione non protetta da pedoni, possibilità di scacco, molti pezzi ammassati sull’ala di re, minacce di matto e via dicendo, tutte queste cose sono indicatori da tenere ben presenti; anche posizioni in cui il Re non ha molti pezzi a difesa dell’arrocco sono da tenere sotto controllo, perché potrebbe essere possibile un sacrificio di pezzo al solo scopo di aprire una colonna/diagonale per la donna.

Pezzi Sospesi
Un pezzo sospeso è un pezzo che non è difeso da nessun altro pezzo o pedone. Più pezzi (o pedoni) del genere ci sono nella posizione più è probabile che ci sia una combinazione da trovare, poiché questi pezzi funzionano da obiettivi di attacco.

Oltre a questi, un altro fattore che influenza il PT e che va quindi tenuto sempre sotto controllo è la presenza o assenza dei classici temi tattici: se nella posizione sono presenti più pezzi nemici sulla stessa linea, se alcuni pezzi sono sovraccarichi, se abbiamo la possibilità di fare degli attacchi di scoperta e via dicendo il PT aumenta sempre di più.

Oltre ai temi tattici classici poi, mi sento di ricordare alcune situazioni che accrescono il PT che, se pur importanti, a volte vengono trascurate:

Pedoni vicini alla promozione, perché il possessore del pedone può sacrificare facilmente un pezzo, se poi il compenso è la promozione forzata a Donna.

Pezzi che si sono inoltrati nello schieramento avversario privi di supporto, perché potrebbero ritrovarsi intrappolati (tipicamente la donna o il cavallo).

Pedoni passati non bloccati/struttura mobile di pedoni affiancati: questi sono fattori importanti perché i pedoni minacciano ad ogni mossa di avanzare cambiando radicalmente l’aspetto della posizione, magari creando scompiglio nella coordinazione dei pezzi nemici.

Debolezza delle case di un solo colore, perché ovviamente permette un gioco su case non difese da pezzi, e quindi i tuoi pezzi lì avranno una maggiore mobilità.

Ma perché tutta questa storia?

La ragione che mi ha spinto a scrivere questo articolo è che la tattica è una componente a dir poco essenziale del giocatore di scacchi, e l’unico modo di migliorarla è risolvere esercizi su esercizi; tuttavia, per forza di cose, noi ci alleniamo in delle posizioni in cui sappiamo con certezza che ci sono temi tattici, quindi ci diamo da fare per scovarli e migliorare la nostra abilità; in partita tuttavia non c’è nessuno che ci verrà a dire “Ehi, qua hai una combinazione a portata di mano, cercala!”, e questo è il motivo per cui spesso capita che giocatori piuttosto bravi sul piano tattico in partita si perdano delle combinazioni che in allenamento avrebbero visto immediatamente;

Avendo bene in mente quali sono i fattori che aumentano il PT invece potremo andare a colpo d’occhio e vedere subito quando in una posizione ci sono delle alte probabilità che ci sia una combinazione nascosta, e quindi passare tempo a cercarla o quando invece vale la pena rivolgere la nostra attenzione verso altri elementi della posizione.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.