Browse By

Quando temere l’inchiodatura del cavallo


Una delle prime tecniche che si impara quando si inizia a giocare a scacchi seriamente è l’inchiodatura.  Grazie a questa riusciamo con un nostro pezzo a mettere fuori uso un pezzo avversario. Infatti con l’inchiodatura, un pezzo avversario viene inchiodato e quindi immobilizzato. Avere un pezzo immobilizzato è come avere un pezzo non utilizzabile, ed in pratica è come giocare con un pezzo in meno a tutti gli effetti.

Ecco perchè è così pericoloso e rischioso ricevere delle inchiodature. Tuttavia queste talvolta non sono dei problemi dato che è facile schiodarsi nel giro di qualche mossa.

Nell’articolo di oggi andiamo ad esaminare i casi in cui è opportuno temere queste inchiodature, e quando non lo è. Per alcuni è difficile trovare questa differenza, tuttavia è molto semplice, andiamo ad analizzare…

Inchiodatura non pericolosa

Prendendo in esame il diagramma qui sopra, e supponendo che tocchi al Bianco, egli non deve temere in alcun modo l’inchiodatura di Alfiere, poichè dopo la spinta di pedone e4-e5 e dopo un eventuale cambio Axc3 bxc3, il Bianco gode di una posizione invidiabile.

Perchè il Bianco non deve temere l’inchiodatura del Cavallo?

E’ vero che il Cavallo non può muoversi perchè è inchiodato, ma è anche vero che per ora il cavallo in c3 non teme nulla. Sarebbe superfluo muovere l’Alfiere c1-d2 per togliersi dall’inchiodatura, dato che noi non aspettiamo altro che il Nero ci catturi il Cavallo per entrare in una struttura pedonale più solida. Tuttavia il Bianco non deve aspettare solo che l’Alfiere nero catturi il cavallo in c3, anche perchè non è detto che lo faccia. Può nel frattempo continuare a svilupparsi Arroccando togliendo così il Re dall’inchiodatura (anche questa volta l’arrocco si rivela la mossa migliore).

In questo diagramma, anche se toccasse al Nero non ci sarebbero problemi, per esempio:

1. … Axc3 2. bxc3 dxe4? 3. Dg4! E il Bianco entra in un vantaggio invidiabile.

Inchiodatura pericolosa

inchiodatura cavallo

Questa invece è un inchiodatura che il Bianco deve temere. Il Nero ha appena giocato 1. … Ag4 . Perchè è pericolosa quest’inchiodatura? Per questi motivi:

  1. Il Cavallo non si può muovere
  2. La Donna, che è il pezzo più forte, non si può muovere altrimenti il Nero cattura il Cavallo e crea un’impedonatura .
  3. Il Bianco per togliersi dall’inchiodatura deve giocare mossa come 2. Dd3 (inutile e rischiosa per via di 2. … Cb4) oppure rientrare con l’Alfiere da c4 ad e2, dandogli così un compito difensivo.

Questa è un’inchiodatura che il Bianco non deve assolutamente permettere perchè è davvero scomoda perchè scoordina totalmente l’esercito Bianco. Per evitarla il Bianco può così prevenirla agendo in due modi possibili:

  1. Muovendo sin da subito l’Alfiere da f1 ad e2 (senza andare in c4)
  2. Spingendo il pedone h2-h3

Abbiamo detto più volta che muovere i pedoni “f, g, h” è pericoloso per l’indebolimento dell’arrocco. Tuttavia è meglio indebolire leggermente l’arrocco con h2-h3, piuttosto che rischiare di subire una simile inchiodatura.

Esame pratico

Le spiegazioni sono sempre teoriche, e perciò vengono apprese più difficilmente. Facciamo perciò ora un esempio pratico di come in un’apertura famosa viene attuato questo principio di prevenzione dell’inchiodatura fastidiosa :

Ruy Lopez:

1. e4 e5 2. Cf3 Cc6 3. Ab5 a6 4. Aa4 Cf6 5. 0-0 Ae7 6. Te1 b5 7. Ab3 0-0 8. c3 d6 9. h3!

Il nero con la mossa 8. … d6 intende far uscire l’Alfiere per inchiodare tramite Ac8-g4, e il Bianco giustamente risponde con 9. h3 , impedendo che questo avvenga. Ovviamente ci sono altri moltissimi casi in apertura dove queste spinte di pedoni risultano “obbligatorie” onde evitare inchiodature fastidiose.

Articoli consigliati

6 thoughts on “Quando temere l’inchiodatura del cavallo”

  1. pedoncino says:

    In molte partite mi hanno inchiodato il cavallo in f3 proprio come hai indicato.
    La difficoltà è nel vedere la linea dell’alfiere avversario che si apre e ricordarsi di prevenire con h6; ci proverò 🙂

  2. riccardo20 says:

    percaso cristian cè un topic , che riguarda pensare come un programma , mi interessa tantissimo!! ciao riccardo

    chesscube :1900 nick riccardo1990
    scacchisti: 1300 nick RICVAD1990

  3. Christian says:

    Già pedoncino, capita molto spesso! 🙂 E poi..prevenire è meglio che curare! 😀

  4. Christian says:

    Ciao Riccardo, cerchi un articolo che insegni come battere un programma di scacchi?

  5. Federico says:

    Ciao Riccardo, mi permetto di rispondere alla tua domanda 🙂
    Il programma calcola in questo modo: analizza tutte le possibili mosse, poi per ogni mossa analizza tutte le possibili risposte dell’avversario (anche le più assurde, come per esempio mettere la donna in presa), per ogni risposta dell’avversario analizza tutte le sue possibili risposte… ti rendi conto che così facendo si arriva a dover calcolare un numero di mosse che si avvicina all’infinito 🙂
    Quindi non è possibile “pensare” come un programma… tuttavia posso darti qualche consiglio per “giocare” come un programma!
    Per giocare in maniera simile a un programma, devi prima di tutto studiare aperture in quantità industriali 🙂 perchè il programma non pensa in apertura, ha un “libro di aperture interno” che gli permette di rispondere velocemente a qualsiasi apertura.
    Una seconda cosa da fare è allenarsi sulla tattica! Per allenarsi sulla tattica intendo una decina di diagrammi al giorno (poi dipende dalla difficoltà dei diagrammi).
    Terza cosa da fare è allenarsi sul calcolo delle varianti… quando calcoli una variante devi esserne sicuro, non devi trascurare nulla!
    Quarta cosa, giocare molte partite per applicare tutto quello che hai imparato 🙂
    Quinto e ultimo punto, analizzare le tue partite, per capire se hai “giocato come un programma” o ti sei lasciato sfuggire qualcosa 🙂
    Spero di essere stato chiaro, ciao Riccardo.

  6. Riccadro20 says:

    sisi , mi interesserebbe molto 😀 ma se batti fritz in teoria sei un ? 2800 di punteggio ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.