Browse By

Quale Scacchiera Comprare?

Il dilemma più grande che un novello giocatore di scacchi si pone è: che scacchiera devo comprare?

Insomma, quando la passione per gli scacchi chiama, è impossibile fermarla, così una forza misteriosa ci spinge all’acquisto di una scacchiera, anche se sappiamo benissimo che non la useremo mai dato che in casa nostra nessuno gioca a scacchi. Eppure lo facciamo, sosteniamo questa spesa, talvolta onerosa, solo per il gusto di avere quei bei pezzi di legno in bella vista.

Però di scacchiere non se ne comprano molte nella vita (questo discorso non vale per me che amo spesso cambiarla ogni 1 o 2 anni), perciò è importante cercare di capire come fare un buon acquisto.

Tutto ovviamente dipende dal tuo scopo. Se credi che gli scacchi siano solo un passatempo e giochi solo per puro diletto, allora creo che vada benissimo anche una scacchiera in plastica come questa.

Se invece ritieni che gli scacchi siano un qualcosa di più, ma anche se intendi ricevere un maggior divertimento da questo gioco, se ti piace il “bello”, se ti piace vedere una bella scacchiera, coi pezzi in legno che luccicano, beh allora non posso far altro che consigliarti questa scacchiera.

Gli scacchi in legno sono il top of the top, soprattutto se questi sono feltrati e piombati. Sono feltrati se i pezzi, alla base, hanno dei feltrini che permetto loro di scivolare sulla scacchiera senza graffiarla. Sono invece piombati, e questo è molto importante, quando all’interno hanno dei pesi che impediscono ai pezzi di cadere facilmente. Quest’ultima caratteristica la ritengo molto importante, anche perchè spesso mi capita che con la mia scacchiera (che cambierò a breve), di giocare lampo con gli amici e di combinare un disastro, dato che i pezzi cadono troppo facilmente.

Quindi, per un set “come si deve” , secondo me non deve mancare:

  • Scacchiera in Legno
  • Pezzi in legno piombati e feltrati
  • Tavolino da gioco
  • Orologio da torneo

Questi ultimi due elementi sono davvero da non sottovalutare. Il tavolino da gioco sarebbe la ciliegina sulla torta ma..l’orologio non è un optional. Anzi, non si può giocare a scacchi senza orologio. E lasciami consigliare questo.

orologio fide

Nonostante esistono moltissimi orologi, molti i questi anche più affascinanti esteticamente di quello in figura, questo è il migliore per le sue prestazioni (e non ha caso è stato scelto come orologio universale da torneo dalla FIDE).

Questo orologio è tanto adatto ai tempi lunghi quanto quelli corti, non ha limiti, è facile da settare, è digitale (così i giocatori non fanno fatica a rendersi conto del tempo a propria disposizione), insomma in una parola: è affidabile. Altri orologi hanno delle pecche, anche se esistono alcuni in plastica economici molto buoni, se non fosse che non sono il massimo a livello estetico 😀 .

E tu, come ce l’hai la scacchiera?

Articoli consigliati

8 thoughts on “Quale Scacchiera Comprare?”

  1. Barone says:

    Una cosa da non sottovalutare è la reperibilità:
    verso la fine dell’estate scorsa, da bravo “zio”, volevo comprare una scacchiera regalo decente ma non troppo costosa da regalere al bambino di un vecchio amico (se iniziano in età scolare c’è verso che diventino forti!).
    Non c’è stato verso. Pare che per quelli che abitano in provincia come me sia difficile persino trovare le scacchiere della del negro che uno si aspetterebbe di vedere normalmente sugli scaffali di un medio centro commerciale!
    Alla fine, non essendo un fan degli acquisti in rete (odio le carte di credito, e mi rompeva farmene una prepagata per una cosa così), ho dovuto rivolgermi al circolo di scacchi di zona che facendomi un favore me ne ha reperita una carina in legno portatile e magnetica a 35 euro. Ma non sarebbe questo il lavoro del circolo, e solo perché ho avuto la fortuna che il conoscente che ho nell’orgganizzazione andava in quei giorni a Bologna ho potuto fare l’apprezzato regalo per un futuro giocatore di scacchi (quantomeno dilettante!).

    A proposito: non hai trattato le scacchiere portatili, magnetiche o da portafogli che siano. Personalmente le trovo la soluzione migliore per chi viaggia, per piacere o lavoro, o sia ancora in quell’età in cui si puo’ portar dietro un “giocattolo” non elettronico da godersi con gli amici di scuola.
    Mi sembra invece che fra gli scacchisti “adulti e vaccinati”, ovvero seri, non sia una cosa particolarmente ben vista al giorno d’oggi…

  2. Christian says:

    E’ vero, per trovare una buona scacchiera devi percorrere km e km…per questo consiglio l’acquisto Online da “Le due torri” di Bologna.

    Per quanto riguarda le scacchiere portatili..io ne ho acquistata una per curiosità, 200 e passa euro di scacchiera elettronica che però non mi dà molte soddisfazioni. Esteticamente non è il massimo, e per posizionare i pezzi devi premere forte sulle case, e non mi meraviglio se a breve partirà qualche sensore e quindi non potrò più giocarci (anche se la potrei portar a far riparare..da chi?).

    Non le trovo una buona soluzione. Quelle piccole da viaggio hanno i pezzi talmente piccoli che è quasi impossibile prenderli, insomma le trovo scomode, ma probabilmente a qualcuno risultano utili!

    Aggiungerò al più presto la sezione delle scacchiere magnetiche e non solo!

    Grazie Barone

  3. pedoncino says:

    Da “Le due torri” presi una scacchiera magnetica pieghevole in legno(di ottima fattura)che aperta è 25×25 cm. I pezzi in legno hanno la forma come quelli consigliati in questo post, ma più piccoli, con un magnete inserito nella base e feltrino.
    Non è molto grande, ma è ottima per essere trasportata e utilizzata in viaggio, anche al pub tra panino e birra 🙂

    http://www.scacchi.biz/_ok/_com/asp/page.asp?g=pro&s=-&l=ita&id_pag={BB82B669-35AF-4B24-97BE-D915959CB60A}&c=c3&k=&tr=&p=1

  4. pedoncino says:

    Il link che ho indicato è stato troncato: cliccandoci sopra porta a una pagina sbagliata. Occorre copiare e incollare a mano tutto il link nel browser, per raggiungere la pagina della scacchiera magnetica pieghevole.

  5. Christian says:

    Mi sa tanto che ce l’ho anche io!! 🙂 Farò un video su quella scacchierina così la potrai vedere e dire se è uguale alla tua! 🙂

  6. Kasper says:

    Beh, io ne ho diverse: una regolamentare da torneo, una in legno originale sudamericana, una artistica sempre in legno comprata a un mercatino polacco, una magnetica in plastica acquistata su una bancarella al modico prezzo di 1000 lire (quando c’erano ancora). Quella a cui sono più affezionato è comunque la prima: in legno, chiusura a libretto per metterci i pezzi dentro. Ma penso che ne comprerò altre! Ciao

  7. Debiti says:

    Bel articolo, molto affascinante il modo in cui è stato scritto!

  8. Horatio says:

    Ciao Christian,
    vorrei acquistare un set di scacchi in legno su “Le Due Torri” ma sia dal sito che dal catalogo è difficile capire il reale impatto visivo.
    Quelli da te postati (in foto) sono obiettivamente molto belli con un legno (per i pezzi neri) particolarmente accattivante. E’ possibile sapere di quale modello si tratti (forse uno “Staunton”) e dove sia possibile acquistarlo…. Purtroppo non ho validi negozi nelle vicinanze da poter visitare di persona e online ho timore di prendere un prodotto non fedele alla relativa immagine riportata.
    Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.