Browse By

Scacco Matto con Cavallo e Alfiere

scacco matto cavallo e alfiereOggi invece vediamo un finale un po’ più complicato. Quello che si ha con il Cavallo e l’Alfiere contro il Re.

Prima di poter iniziare a vedere come condurre questo tipo di finale è bene vedere le varie posizioni in cui è possibile da scacco matto. Ovviamente essendo un finale difficile, il Re nero devo essere messo all’angolino.

Vediamo in questo schema, 4  possibilità in cui è possibile dare scacco matto al Nero.

In tutte queste 4 posizione esiste un elemento in comune: il Re si trova nell’angolino o accanto. L’angolo del Re ha lo stesso colore dell’Alfiere avversario. Infatti il matto lo si può effettuare solo con l’Alfiere dello stesso colore dell’angolo. Per esempio nel primo riquadro in alto a sinistra il Re si trova nell’angolo a8 che è di colore Bianco, così come campochiaro è l’Alfiere avversario.

Andiamo a vedere ora il video dello scacco matto:

Articoli consigliati

One thought on “Scacco Matto con Cavallo e Alfiere”

  1. Barone says:

    Per la parte relativa al movimento forzato del Re avversario verso l’angolo dello stesso colore del campo del nostro Alfiere, su youtube ho trovato due metodi diversi.

    Uno relativo alla “Manovra a W” (W-maneuver, relativa al movimento fatto dal cavallo nel sistema descritto):
    http://www.youtube.com/watch?v=wjW5Naq7iVw

    L’altro relativo al sistema dei “Tre Triangoli” (riferito alle zone sempre più piccole della scacchiera in cui si confina il re avversario usando Alfiere e Cavallo da un lato e il proprio Re dall’altro):
    http://www.youtube.com/watch?v=PWZ7h2yrJME

    A questo ultimo indirizzo, fantastico secondo me, si puo’ poi fare pratica su questo specifico finale quanto si vuole. Usando la tecnica preferita, o magari provando prima senza conoscere alcun sistema tanto per vedere quanto sia facile bruciare 50 mosse senza mattare (1/2-1/2):
    http://www.chessvideos.tv/endgame-training/bishop-knight-checkmate.php

    Personalmente a me sembra più semplice da ricordare/ricostruire il sistema della mossa a W del cavallo, ma è una questione di gusti (il metodo dei tre triangoli richiede forse qualche mossa in meno…).
    I due filmati sono ovviamente in inglese, ma tra le mosse effettuate, le case evidenziate e il movimento del puntatore del mause di chi sta’ spiegando, mi pare che non serva conoscere la lingua per capire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.