Browse By

Creazione di un Pedone Passato

Definiamo cosa sia un pedone passato. Un pedone si definisce passato quando non vi sono pedoni avversari situati lungo la stessa colonna o in quelle adiacenti, che ostacolano la sua marcia verso la promozione.

Riuscire ad ottenere un pedone passato è spesso lo scopo di molti finali, soprattutto nei finali di Re e pedoni. Ovviamente l’avversario deve impedire a tutti i costi che lo schieramento opposto riesca a crearselo, perchè pedone passato significa promozione, e promozione significa Donna, e Donna significa vincere la partita.

Bisogna perciò conoscere bene le posizioni in grado di scaturire il pedone passato, in modo tale da poterci assicurare la vittoria. Sicuramente conoscerai la situazione di Re e 3 pedoni per schieramento, dove i Re sono lontani dai 3 pedoni, così questi sono costretti a fronteggiarsi senza il supporto del Re. E’ uno degli esempi più classici che fanno capire come poter ottenere un pedone passato attraverso delle semplici combinazioni. Qui segue il diagramma:

La mossa spetta al bianco. Se il Bianco spinge qualche pedone laterale, per esempio a5, il Nero cattura e dopo il cambio la posizione è ancora pari. Ma se muove il pedone centrale dopo b6 segue una serie di cambi e la posizione è ancora pari. Tuttavia il Bianco qui può giocare in maniera intelligente:

1. b6!

per esempio segue…

1. … cxb6 2. a6!! bxa6 3. c6

E il pedone del Bianco giunge tranquillamente a promozione.

Ma andiamo ad analizzare un’altra situazione un po’ meno “semplice”.

Abbiamo una parità di materiale, ma il Nero ha un pedone passato sull’ala di Donna (pa5). Il Bianco però ha un pedone in più sull’ala di Re che però è doppiato, e sarà difficile fargli avere un ruolo importante in questa lotta. Tuttavia, la lontananza dei Re permette al Bianco, se prosegue con precisione, di conseguire la vittoria.

La mossa spontanea 1. f4 non è sufficiente poichè il nero risponderebbe con 1. … f6 e si rimane letteralmente fregati (attenzione!!). Infatti dopo 2. g5 il Nero semplicemente non risponde alla provocazione e muove il Re per esempio 2. … Rb6. La manovra vincente del Bianco è differente..

1. f6!!

In questo modo l’ordinata figura dei pedoni neri viene distrutta. Ovviamente il Nero non può astenersi dal catturare altrimenti perderebbe.

1 … gxf6 2. f4

Ora il Nero non può nulla contro la minaccia di 3. g5 …

2. … Rb6

Ovviamente se 2. … f5 3. g5

3. g5 fxg5

Se 3. … hxg5 4. h6

4. fxg5 hxg5

al di fuori di questa non esistono mosse accettabili per il Nero. Continuiamo con…

5. h6 g4 6. h7 g3 7. h8=D 8. g2 Dg7

E il Bianco vince.

 

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.