Browse By

Difesa Pirc

La difesa Pirc (o difesa moderna),  è apparsa in campo internazionale solamente nel 1940 grazie al giocatore slavo Pirc, ma alla sua teorizzazione ha contribuito molto anche il sovietico Ufimtzev. In questa difesa il nero decide di mettere in fianchetto l’alfiere campo scuro e di controllare così la grande diagonale a1-h8, mentre di posizionare il suo alfiere campo chiaro lungo la sua diagonale naturale. Le mosse che caratterizzano questa difesa sono 1.e4 d6 2.d4 Cf6 3.Cc3 g6 ottenendo così la seguente posizione:

 

La spinta iniziale d7-d6 ha lo scopo, oltre quello di liberare l’alfiere campo chiaro, quello di permettere al nero di poter sviluppare il suo cavallo in f6 senza temere la spinta e4-e5 del bianco che farebbe rientrare in una difesa Alekhine. In questa difesa vi sono due grandi impianti:

  1. il sistema classico: 1.e4 d6 2.d4 Cf6 3.Cc3 g6 4.Cf3 Ag7 5.Ae2 (qui solitamente si gioca anche Ac4) 5…O-O 6.O-O
  2. il sistema austriaco (anche noto come attacco austriaco) : 1.e4 d6 2.d4 Cf6 3.Cc3 g6 4.f4 Ag7 5.Cf3 O-O 6.Ae2 (possibile anche Ac4) 6…c6/c5/Ag4 7.O-O

Partita Difesa Pirc

Kaiser – Carlsen

http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1488462

da osservare il continuo degrado del centro del bianco:

Dopo la mossa numero 8 il bianco ha conquistato il centro ma ….

Dopo la mossa numero 12 il centro ideale è solamente un lontano ricordo …

Ed alla mossa numero 20, beh non c’è più molto da dire!

Conclusioni

Non tutti faremo Carlsen di cognome ma di sicuro questa difesa è molto buona ed è anche giocata da scacchisti italiani come il maestro fide De Santis, autore del libro La difesa coccodrillo, che tratta proprio di questa difesa. Qui il link per acquistarlo

Daniel

 

 

6 pensieri su “Difesa Pirc”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.