Browse By

Come Affrontare I Sistemi Minori Del Gambetto Di Donna (2° Parte)

Il Sistema Veresov

Proseguiamo nell’esposizione di un possibile repertorio contro i sistemi minori del Gambetto di Donna. Vediamo cosa può fare il Nero se il B. decide di impostare il Sistema Veresov che prende il nome dal giocatore russo Gavril Nikolayevich Veresov ( 1912 – 1979) che la giocò per oltre quarant’anni.

Prima di lui, però, altri giocatori si erano sbizzarristi ad analizzare e a giocare questo sistema.

Il più importante fu sicuramente il tedesco Kurt Richter che sviluppò un sistema che prevedeva la spinta in f3 per controllare e occupare la casa e4. Non per nulla questo sistema è stato a lungo conosciuto anche come Sistema Richter-Veresov.

Attualmente in Italia è giocata con una certa regolarità dal MF Alessio De Santis,

che di recente si è fatto paladino di alcuni sistemi minori come l’Ippopotamo o la Difesa Coccodrillo sui quali ha pubblicato anche un paio di libri.

La Teoria del Sistema Veresov

Dopo le mosse 1. d4 d5 2. Cc3 Cf6 3. Ag5 raggiungiamo la seguente posizione:

Il Nero dispone di parecchie risposte, tutte più o meno forti. Questo è dato dal fatto che il Bianco ha bloccato il suo pedone “c” e quindi non esercita nessuna pressione sul Pedone d5. La teoria preferisce 3.., Cbd7 ma sono possibili anche 3.., Af5 oppure 3.., e6. In quest’ultimo caso è molto probabile un rientro nella Francese. La teoria consiglia anche 3.., c5, una mossa senza dubbio aggressiva ma che a me personalmente non piace in quanto potrebbe permettere uno schema tipo Difesa Chigorin con un tempo in più per il Bianco, come dimostrano i due diagrammi seguenti:

La linea che suggerisco, al posto di quelle più teorizzate, è poco usata ma ha un duplice merito: innanzitutto guadagna la coppia degli Alfieri e in secondo luogo è molto poco giocata ed è probabile che il vostro avversario non la conosca. La mossa è:

3.., h6

In quasi tutti i libri sul Sistema Veresov, questa mossa è accompagnata dal simbolo “?!” ( mossa dubbia) in quanto “obbliga” il Bianco a cambiare in f6. In effetti questo cambio fa parte della strategia del Bianco che vuole lasciare il Nero con una struttura pedonale inferiore
4. Axf6
La mossa standard in questa posizione. E’ interessante paragonarla con quella che si verifica nella variante di cambio della Spagnola:

Ci sono due differenze evidenti: la prima è che nella Veresov ( primo diagramma) il Bianco non è pronto ad arroccare corto e la seconda è che farà molta fatica a spingere in e4 che è la mossa speculare a d4 nella Spagnola. Tuttavia il cambio è forzato perché dopo 4. Ah4 e6 il Nero ha un buon gioco. Dopo 5. e3 (nessuna fiducia al gambetto 5. e4 g5 6. Ag3 dxe4 7. h4 Tg8 8. hxg5 hxg5 9. De2 Ab4 e nella partita Miagmarsuren- R.Byrne Ol. Lugano 1968 il Nero sta meglio) 5.., c5! 6. Cf3 cxd4 7. Dxd4 a6 8. Ae2 Cc6 9. Dd3 Ae7 10. a3 0-0 11. 0-0 b5 il Nero ha un leggero vantaggio come nella Rossetto-Evans Buenos Aires 1960

5. … exf6
E’ possibile anche 5.., gxf6 che si può giocare sulla falsariga della var. Larsen della Caro Kann ma la mossa del testo è più pratica. Quando si ha la coppia degli Alfieri bisogna disporre di linee aperte per farli giocare.

5. e3 Ab4 6. Ad3 c5 7. dxc5 Axc3+ 8. bxc3 0-0 9. Cge2

Adesso il Nero può proseguire con 9.., Cd7 oppure seguire le orme del GM Adams che ha giocato 9.., Ae6 con l’idea di sviluppare la Donna in c7, il Cavallo in d7 attaccando in maniera decisiva il Pc5. Il pedone isolato in d5 in realtà non costituisce un vero problema per il Nero dato che il Bianco non è nelle condizioni di poterlo attaccare. La partita in questione è la Pert – Adams Sheffield 2011

[box type=”info”] Riassumendo

  1.  Il Nero non deve temere il cambio in f6 perché il danneggiamento della struttura dei pedoni è ampiamente compensato dal possesso della coppia degli Alfieri
  2. L’Af8, privo del suo diretto oppositore, avrà un’ottima casa di sviluppo in b4 da dove potra anche cambiarsi col Cc3 procurando a  sua volta un danneggiamento nella struttura pedonale del Bianco.
  3. Il Nero deve sempre considerare la spinta in c5 oppure in c6 per aprire la strada verso b6 o verso a5 alla propria Donna
  4. In caso di pedoni doppiati sulla colonna c ( Vedi Pert – Adams) la Donna può anche andare in c7 premendo sui pedoni doppiati.

[/box]

Articoli consigliati

3 thoughts on “Come Affrontare I Sistemi Minori Del Gambetto Di Donna (2° Parte)”

  1. werty says:

    boh, sembra megli la spagnola variante di cambio;)

  2. TM says:

    Infatti era quello che volevo dimostrare mettedo a confronto i due diagrammi

  3. werty says:

    ah non avevo compreso scusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.