Browse By

La Difesa Migliore Negli Scacchi (Difesa Ippopotamo)

Se ti stai chiedendo quale sia la difesa più forte nel gioco degli scacchi, probabilmente ti stai ponendo un quesito che non avrà mai risposta. Se analizzi le partite dei più grandi giocatori di scacchi al mondo noterai che utilizzano diverse difese. Non c’è un tipo di difesa statisticamente più forte di altre. Non c’è un tipo di difesa che ti garantisce il vantaggio immediato o a lungo termine sull’avversario. Bensì esistono difese che siano in linea col proprio modo di giocare.

Per esempio, dopo la prima mossa 1.e4, c’è chi risponde con 1. … e5 e chi risponde con 1. … c5. Ma non è raro nemmeno vedere risposte come 1. … e6 o 1. … c6. Insomma, il bello degli scacchi è anche questo: ognuno crea il proprio repertorio d’apertura anche in base al proprio carattere.

Vediamo ora una difesa chiamata universale perché può essere giocata praticamente sempre, indipendentemente dalle mosse del tuo avversario. Questa difesa è ottima per il giocatore che vuole specializzarsi solo su di una determinata difesa e non vuole/può spendere tempo nell’imparare le continuazioni corrette delle altre difese.

Vediamo una partita in cui il Nero utilizza la Difesa Ippopotamo. 

1. e4 g6 2. d4 Ag7 3. Cf3 d6 4. Cc3 a6 5. Ae3 Cd7 6. Dd2 e6 7. Ad3 h6 8. 0-0 b6 9. Ce2 Ab7 10. Cg3

Il Bianco sta portando tutte le sue forze all’attacco.

10. … Ce7 11. h3 

Chiaramente il Nero non può arroccare.

11. … f5 12. c4 Cf6 

Con lo scopo di creare pressione su e4.

13. d5 fxe4 14. Cxe4 exd5 15. Cxf6+ Axf6 16. cxd5 Dd7 17. Ae4 0-0-0 18. Axh6 

One thought on “La Difesa Migliore Negli Scacchi (Difesa Ippopotamo)”

  1. Seb says:

    Ciao, non consiglio a nessuno di specializzarsi su una sola difesa, tanto meno ai principianti e a chi vuol fare tornei ma non ha tempo da “perdere” per studiare.
    L’umico modo di imparare gli scacchi è provare tanti impianti di gioco e verificare personalmente quale è quello più adatto alle proprie caratteristiche. Tutti i forti giocatori che conosco hanno cambiato, nel corso della loro evoluzione scacchistica, diverse aperture. Così, nel processo, hanno sviluppato anche la propria comprensione del gioco posizionale, necessaria per crescere come giocatore. Voler fare agonismo e studiare poco significa la stessa cosa che voler vincere una maratona e correre due volte alla settimana. Non ci sono scorciatoie. Le aperture “minori” non sono minori perchè c’è meno teoria da studiare, ma perchè danno meno delle altre. La difesa Ippopotamo è super-passiva, con un giocatore più forte sarete messi sotto lo stesso, con uno più debole di voi avrete difficoltà a batterlo perchè è difficile, per il bianco, fare gravi errori: questo è quello che accade quando si sceglie una difesa passiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.