Browse By

5 Consigli da Gran Maestro per Migliorare la tua Tattica negli Scacchi

Quante volte ti sarà capitato di trovarti in una posizione superiore ma di non riuscire a vincere la partita? Oppure ti trovi in una situazione di attacco ma non riesci a trovare la chiusura di questo attacco e dunque il tutto finisce in acqua e sapone?

Bene, questi 5 consigli dati dal GM Eugene Perelshteyn potranno tornarti molto utili durante le partite.

1. Cerca prima le mosse forzate

Prima di fiondarti come un matto nel calcolo prova a chiederti se c’è prima una mossa forzata. Potrebbe essere uno scacco, una cattura o un attacco ad un pezzo di valore del nemico. Un esempio vale più di mille parole. Ti trovi in questa posizione:

Tocca al Bianco. Prima di prendere in considerazione altre mosse, cerca la mossa forzata. In questo caso la mossa forzata è data da pedone h4-h5+. Il Re è costretto ad andare in h6 e infine Cavallo f7, scacco matto.

2. Cerca i Sacrifici

Il sacrificio è un grande esempio di mossa forzata. È una mossa doppiamente forte poiché è solitamente inaspettata dal nostro avversario. Spesso i sacrifici partono da uno scacco che è la mossa forzata per eccellenza.

sacrificare-pezzi

In questo diagramma Tocca al Bianco. Sacrifica la Torre con Th5+. Il Nero è costretto a catturare di Cavallo e infine pedone g4-g5# e il Bianco vince la partita.

Bisogna sempre dare un’occhio alle mosse che ad istinto non ti verrebbe mai di fare.

3. Guarda i motivi tattici più comuni

La maggior parte dei tatticismi sono costituiti dai motivi tattici di base. I GM risolvono giorno dopo giorno decine e decine di esercizi di tattica per tenere sempre il loro occhio allenato. Ecco una lista dei principali motivi:

rimozione-difensore

In questo diagramma tocca al Nero muovere. Riuscirà a deviare la Donna Bianca da c2 grazie alla mossa 1. … Dd1+ 2. Dxd1 Rxg6.

È vero che il Nero ora gioca con una Donna in meno ma ha evitato lo scacco matto ed ora il pedone a3 è molto forte e ben presto andrà a promozione

4. Guarda l’intera scacchiera

Un errore che commettiamo tutti è quello di concentrarci troppo su come assaltare il Re avversario. Disponiamo tutti i nostri pezzi ad est, cercando di creare un attacco formidabile ma poi ci basta un’azione ad ovest da parte del nostro avversario per metterci in crisi.

Tendiamo a focalizzare la nostra attenzione su quel settore della scacchiera dove sta per accadere qualcosa e spesso ci dimentichiamo dell’altra parte che apparentemente è più tranquilla.

Guarda ora questa partita, Karpov con il bianco Taimanov con il nero.

vincere-scacchi

Il Nero non vede un potente tatticismo che gli avrebbe fatto vincere la partita. Riesci a vederlo? Probabilmente la tua attenzione è concentrata attorno alla Torre in a1, oppure alla Donna in d4. Eppure il Cavallo può sorprenderti…

1. … Cg3+ 2. hxg3 Ta8 e il Bianco non può fare nulla per fermare la mossa Th8#.

5. Pratica risolvendo problemi di tattica

Questo può apparire scontato per molti giocatori ma per altri no. Fare esercizi di tattica ti permette di imparare ad attaccare e difenderti più velocemente. Giocare invece partite lampo online non fa altro che abbassare le tue difese sugli attacchi del tuo avversario e potrà costarti caro nelle partite da torneo.

Per migliorare sotto questo aspetto ti consiglio i problemi di tattica che trovi sul sito chess.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.