Browse By

Come Scegliere la tua prossima mossa di Scacchi

Questa è la domanda più gettonata: come faccio a scegliere la mia prossima mossa in una partita? 

Per prima cosa devi saper valutare la posizione e capire chi fra i due giocatori ha un leggero vantaggio sull’altro. A questo punto puoi decidere se giocare d’attacco o di difesa (o contrattacco).

Una volta presa questa decisione allora devi prendere in esame solamente le mosse candidateQueste sono le 2-3 mosse potenzialmente possibili nella posizione in cui ti trovi. Sono escluse tutte quelle mosse che non hanno un senso logico o che non ti portano a migliorare la posizione in alcun modo.

Solo ora, quando hai un ventaglio ristretto di possibilità devi domandarti quale mossa scegliere. Ora puoi fare affidamento su due cose (o entrambe):

  • il calcolo;
  • l’intuito.

Il calcolo ti permette di capire fra 3, 4, 5 o più mosse che cosa accadrà. Fai molta attenzione poiché puoi perdere parecchio tempo sull’orologio. Inoltre devi avere una capacità di calcolo molto allenata (nell’Accademia di scacchi la alleniamo molto).

A volte l’intuito può portarti laddove il calcolo non arriva. Può portarti a compiere sacrifici impensabili. Altre volte ancora ti porta a sferrare attacchi che si riducono ad una bolla di sapone.

Ecco perché ti consiglio sempre di utilizzare un giusto mix dei due. L’importante è non lasciarsi distrarre da mosse inutili o dai fantasmi. fantasmi sono quelle paure che abbiamo sugli attacchi del nostro avversario che in realtà non esistono. Spesso accade quando il nostro avversario inizia a radunare il proprio esercito in un dato settore della scacchiera e noi corriamo a difenderci preventivamente quando magari quell’attacco non può portare a nulla di concreto, come in questo caso:

raddoppio-di-torri

In questo caso, per esempio, il Nero ha radunato tutte le sue forze ad Est. Sulla colonna “h” addirittura ci sono due torri e una donna incolonnate. Un Alfiere e7 che punta ad est e un cavallo sempre ad est. Il suo Re però è rimasto sguarnito. 

A questo punto, se giochi con il Bianco non devi farti intimidire da quell’attacco che non porterà a nulla. Il tuo Re è ben difeso. Ci sono i pedoni g2-h3 che sono solidi, in più c’è l’Alfiere in g4 a rendere più stabile tutta la situazione (oltre che alla Torre in a3). Quello che devi fare ora è passare all’attacco. Vedi qual è la mossa corretta per il Bianco?

Chiaramente non è quella di portare difensori verso il nostro Re ma di riuscire a stanare il Re avversario. La mossa corretta infatti è 1. Txa7. Questa mossa d’attacco con sacrificiopermette al Bianco di portare in gioco tutti i suoi pezzi e di indebolire l’arrocco avversario. Il Nero risponde con 1. … Rxh7 e segue 2. Ta1+ Rb7 e ora con 3. Da2 il nostro avversario ha pochissime chance di salvezza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.