Browse By

Quando Kasparov perse contro il Computer Deep Blue

Correva l’anno 1996, era il 10 Febbraio e il mondo era in attesa dello scontro del secolo: Kasparov contro il Deep Blue.

L’IBM era l’azienda più forte e grande per quanto riguardava i computer e aveva appena realizzato una macchina infernale in grado – secondo i creatori – di battere il campione del mondo di scacchi Garry Kasparov.

Non era solamente un evento scacchistico ma era l’inizio della guerra uomo vs. macchina. Riuscirà l’uomo a prendere il sopravvento contro la macchina oppure verrà schiacciato?

E se perderà, che ne sarà dell’umanità? Davvero in un futuro saremo al servizio delle macchine?

Queste erano le riflessioni nascoste che c’erano dietro a questo “semplice” duello. Tutti tifavano per Kasparov e lui stesso aveva la certezza di vincere.

Quando l’incontro cominciò, in sala regnava un grande silenzio.

La partita iniziò seguendo le regole delle aperture (descritte nel corso Aperture Revolution) e andò tutto liscio fin quando Kasparov non decise di uscire dalla teoria.

A poco a poco la macchina iniziò a fare mosse che misero il campione del mondo all’angolino costringendolo a compiere mosse strane come l’attacco finale (che somigliava tanto ad un attacco della speranza). Stremato, Kasparov abbandonò.

Era la prima delle 6 partite. Tuttavia puoi immaginare cosa voglia dire cominciare un sfida perdendo il primo duello. Sei psicologicamente affranto. Inizi a dubitare delle tue capacità. Per fortuna Kasparov era seguito da un team di esperti che gli diedero le giuste dritte per le prossime partite che andarono decisamente meglio.

Kasparov era incredulo, gli spettatori erano increduli. Può davvero la macchina essere più forte del campione del mondo?

Cosa ne pensi del piano di gioco utilizzato dalla macchina? Più che un piano di gioco ben preciso direi che sono state una successione di mosse forti. Gli esseri umani però non ragionano come le macchine ma ragionano con dei piano di gioco a lungo termine.

Se ancora non sei in grado di realizzare dei piani concreti e letali per il tuo avversario, ti consiglio di dare un occhio al corso Piano Vincente dalla durata di circa 5 ore che ti stravolgerà il modo di giocare a scacchi.

Un pensiero su “Quando Kasparov perse contro il Computer Deep Blue”

  1. Jepro dice:

    Ciao Christian senti come faccio a giocare contro di te perché ho visto il video di sta mattina e dicevi che hai giocato contro quelli della accademia e mi sono iscritto e adesso che devo fare???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.