Browse By

Come studiare un libro di scacchi

Oggi affronterai insieme a me un argomento davvero interessante: i libri di scacchi.

Immagina di avere a disposizione una grande libreria con tantissimi libri su questo fantastico gioco, prenderne uno a caso e semplicemente leggerlo.

Certo, sicuramente imparerai qualcosa! Tuttavia, l’obiettivo è quello di apprendere il più possibile da ciò.

Proprio in questo momento, il mio di obiettivo è quello di darti dei consigli e suggerimenti utili proprio per andare a trarre il massimo profitto dallo studio di un libro.

Iniziamo subito!

1. Imposta degli obiettivi di studio

Prima d’iniziare a studiare un libro, è importante stabilire ciò che vuoi ottenere dallo studio.

Vuoi migliorare la tua apertura?

Vuoi imparare a riconoscere le opportunità di sacrificio?

Definendo gli obiettivi di studio, sarai in grado di concentrarti su ciò che è più importante per te e trarre il massimo beneficio.

2. Impara il vocabolario di base

Inoltre, prima d’iniziare a studiare, è importante conoscere alcuni termini di base del gioco degli scacchi.

Ad esempio, è utile sapere i nomi delle diverse figure (pedone, torre, cavallo, alfiere, regina, re) e i simboli utilizzati per indicare le mosse (come “x” per indicare una cattura).

Ecco a te le notazioni:

Valutazione della posizione:

⩲   leggero vantaggio del bianco

±    vantaggio del bianco

+-  vantaggio decisivo del bianco

⩱   leggero vantaggio del nero

∓   vantaggio del nero

-+ vantaggio decisivo del nero

∞   La posizione non è chiara

=     Parità

Valutazione della mossa:

+     scacco

++  doppio scacco

#     matto

?     Mossa debole

??  Grave errore

?!   Mossa dubbia

!?   Mossa interessante

!      Mossa forte

!!    Mossa eccezionale

1-0   Vittoria del bianco

0-1  Vittoria del nero

0,5-0,5   Patta

Per i pedoni, la nozione è la colonna. Es: dxe4 (pedone d cattura e4)

D = donna

A = alfiere

C = cavallo

T = torre

R = re

(tutte lettere maiuscole)

Se il libro è in inglese:

Q = donna

B = alfiere

N = cavallo

R = torre

K = re

Per la promozione:  “d8=D” (il pedone diventa una regina)

Commenti strategici

○      spazio

↑    iniziativa

↑↑ , ↻    sviluppo

→    attacco

⇄    contrattacco

Δ     con l’idea di:

∇     pensata contro

3. Scegli il giusto libro

Ci sono molti libri di scacchi disponibili, quindi è importante sceglierne uno adatto al tuo livello e alle tue esigenze.

Se sei un principiante, potresti cercare un libro che spieghi le basi del gioco e le strategie di base.

Se sei già un giocatore più esperto, potresti cercare un libro che si concentri su una particolare area del gioco, come l’apertura o il finale.

Soprattutto per i finali!

Ti ricordo che essi hanno un’importanza allucinante! Infatti, possono cambiare completamente il risultato.

Supponi che ti sei impegnato tantissimo durante il corso della partita e sei arrivato in un finale vinto.

Tuttavia, non riesci a portare il punto a casa poiché le tue conoscenze del finale sono limitate.

Ma tranquillo, sono qui per aiutarti!

Da statistiche sui finali, si evince che i più comuni siamo i finali di torre.

Questo perché le torri, insieme alla donna, sono considerati pezzi pesanti.

Detto ciò, sono pezzi che di solito escono all’attacco in un secondo momento.

Imparare i finali di torre è uno degli step più importanti per fare un salto di qualità nel tuo gioco!

Per questo, il grande maestro italiano Andrea Stella ha scritto un fantastico libro che ti insegnerà passo passo i finali di torre! Così da evitare di essere colto in una partita a non sapere minimamente cosa fare quando ti capitano questi finali.

Clicca qui per acquistare il libro!

4. Prendi appunti

Prendere appunti durante lo studio di un libro di scacchi può essere molto utile per fissare meglio ciò che hai imparato.

Potresti anche considerare di creare delle flashcards con le informazioni più importanti, che potrai poi utilizzare per fare ripasso.

5. Esegui gli esercizi

Molti libri di scacchi includono esercizi o problemi da risolvere, che possono essere molto utili per mettere in pratica ciò che hai imparato.

Prenditi il tempo di fare questi esercizi e di analizzare le tue soluzioni per vedere se hai capito correttamente i concetti.

Personalmente ti consiglio di utilizzare una scacchiera fisica per seguire tutte le mosse, poiché simula le vere partite (quelle che si giocano a tavolino).

È molto interessante allenarsi anche fuori casa, così da riempire tempi vuoti!

“Cosa? Non hai una scacchiera portatile?”

 Non preoccuparti! Ti consiglio questa scacchiera che puoi facilmente trasportare in giro! La trovi Cliccando qui!

Un alternativa è quella di andare su lichess.org o chess.com e andare sulla sezione “scacchiera di analisi”

Vedi articolo “come giocare contro il computer”.

6. Analizza le partite

Uno dei modi migliori per imparare a scacchi è analizzare le proprie partite e anche quelle giocate da altri giocatori.

Cerca nel libro delle partite commentate o utilizza il libro come guida per analizzare le tue stesse partite.

7. Sii paziente

Imparare a giocare a scacchi richiede tempo e pazienza.

Non aspettarti di diventare un grande giocatore in poco tempo, ma sii costante nello studio e nel fare pratica.

Con il tempo, vedrai che i tuoi progressi aumenteranno e diventerai un giocatore sempre più forte.

8. Prenditi il tempo di capire

Non cercare di affrontare il libro tutto in una volta!

Prenditi il tempo di assorbire e comprendere ogni concetto prima di passare al prossimo.

Potresti voler fare una pausa dopo ogni capitolo o sezione per mettere in pratica ciò che hai appena imparato.

9. Studia con un amico o in un gruppo

Studiare con qualcun altro può rendere il processo più divertente e ti aiuterà a mantenere l’attenzione.

Potreste anche fare a turno per spiegare gli argomenti l’uno all’altro, il che può aiutare a consolidare le tue conoscenze.

10. Fai pratica!

La pratica è il modo migliore per mettere in azione ciò che hai imparato!

Cerca di fare un po’ di pratica con le idee e le strategie che hai imparato dal libro, sia giocando partite contro altri giocatori o contro un computer, sia risolvendo problemi di scacchi.

In sintesi, studiare un libro richiede impegno e dedizione, ma può essere un’esperienza molto gratificante.

Con questi consigli, spero di averti fornito un buon punto di partenza per iniziare a studiare il tuo libro di scacchi!

Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.