Browse By

L’Alfiere: Dove si Posiziona e Come si Muove

L’Alfiere, detto anche “Bishop” (vescovo) in inglese o “Al-fil” (elefante) in arabo è, insieme al Cavallo, un cosiddetto “pezzo leggero”.

In questo articolo vediamo dove va posizionato sulla scacchiera, come si muove e quali sono le sue caratteristiche per poterlo sfruttare al meglio. Intanto perché “pezzo leggero”? Perché è, passami il termine, meno “potente” di Torre e Donna (Regina) che sono appunto denominati “pezzi pesanti” ma più potente di un pedone.

Ma andiamo subito a vedere dove posizionare i nostri Alfieri sulla scacchiera.

Dove si posiziona l’Alfiere?

Prima di parlarti in particolare dell’Alfiere è utile che tu sappia che ogni casella (casa) che compone la scacchiera ha un nome!

Conoscendo i nomi delle case non potrai sbagliarti nel posizionare e spostare gli Alfieri e gli altri pezzi degli scacchi.

I nomi delle case sono definiti dalle “notazioni” (o annotazioni) che descrivono anche il movimento dei pezzi in un linguaggio algebrico utilissimo per poter registrare e descrivere le partite di scacchi.

Scopri come imparare a leggere e scrivere le notazioni.

All’inizio di ogni partita di scacchi devi posizionare tutti i pezzi correttamente sulla scacchiera e sapere dove si posizionano gli Alfieri (e gli altri pezzi) è fondamentale.

Questo articolo si concentrerà sull’Alfiere ma se vuoi capire dove posizionare e come si muovono tutti i pezzi degli scacchi sulla scacchiera ti consiglio di dare uno sguardo a questo video:

Come puoi notare nella figura qui sotto ogni giocatore ha a disposizione due Alfieri, dei quali uno posizionato su una casa chiara ed uno su una casa scura.

posizione-scacchiera-pezzi

Ora che abbiamo posizionato i nostri Alfieri dobbiamo anche sapere come si muovono, continua a leggere per scoprirlo!

Come si muove l’Alfiere?

Gli Alfieri sono i dominatori delle linee diagonali perché appunto possono muoversi esclusivamente in diagonale come mostrato qui sotto.

alfiere-si-muove

In questa figura abbiamo preso in considerazione un Alfiere “camposcuro” del bianco, cosa vuol dire Alfiere camposcuro? Che appunto può muoversi sulle case scure. Ogni giocatore ha a disposizione un alfiere camposcuro ed uno campochiaro che quindi non si incontreranno mai e perciò non potranno difendersi a vicenda.

Ma questa peculiarità degli Alfieri può essere anche un punto di forza dal momento che insieme possono occupare case chiare e case scure.

L’Alfiere è detto anche pezzo a “lungo raggio” perché può muoversi in diagonale di quante case vuole a meno che non trovi ostacoli sulla sua strada, se ad esempio dovesse trovare un pezzo amico non potrebbe occupare la casa già occupata dal suo “compagno”, mentre se dovesse incontrare sulla sua strada un pezzo nemico, beh quella sarebbe la casa più lontana su cui potrebbe posizionarsi in quella determinata direzione (catturando il pezzo avversario).

Ma torniamo per un attimo alla posizione iniziale degli Alfieri, ovviamente essi non sono gli unici pezzi presenti sulla scacchiera e come vedremo, per sfoderare tutta la loro potenza ci sarà bisogno di muovere altri pezzi che ostruiscono il loro raggio d’azione.

Nella figura seguente con la scacchiera al completo potrai notare che ben quattro pedoni ostruiscono la strada agli Alfieri.

alfieri-bloccati

Questo vuol dire che per poter essere efficaci gli Alfieri hanno bisogno che i pedoni si spostino dalla loro traiettoria ed è anche per questo che tra le aperture più comuni troviamo mosse come d4 o e4 (impara a leggere le notazioni) oppure b3 o g3.

Ora invece voglio mostrarti una situazione in cui si può parlare di “Alfiere buono” ed “Alfiere cattivo”.

Alfiere Buono e Alfiere Cattivo: Come riconoscerli a colpo d’occhio

Per farti capire questi due concetti guarda la figura seguente, prenditi qualche secondo per capire qual è l’alfiere buono e quale quello cattivo!

alfieri-a-scacchi

Come sicuramente avrai capito nella figura sopra l’Alfiere buono è l’Alfiere camposcuro perché è l’unico che ha una diagonale aperta, mentre l’alfiere campochiaro ha un pedone che ostruisce la sua diagonale migliore.

Vero è che a inizio partita i pezzi vanno ancora sviluppati ed anche l’alfiere campochiaro avrà la possibilità di diventare un alfiere buono, ma questo concetto va capito soprattutto in partite chiuse o con i propri pedoni che creano una rete su case bianche o scure, in questo caso è meglio avere un Alfiere al di là della propria struttura pedonale piuttosto che averlo dietro ai pedoni.

È sicuramente più facile capirlo con un’immagine come la seguente.

alfiere-buono

In questa immagine si vede chiaramente come l’Alfiere campochiaro abbia una bellissima diagonale aperta che punta dritta dritta verso il Re avversario.

Se al contrario l’Alfiere campochiaro fosse al di qua della struttura di pedoni che si è formata sulle case chiare sarebbe un alfiere da considerare cattivo perché non parteciperebbe attivamente all’azione!

Per questo motivo bisogna prestare molta attenzione in fase di gioco e capire subito quando siamo di fronte ad un Alfiere buono o ad un Alfiere cattivo e nel caso in cui un Alfiere sia cattivo e quindi poco utilizzabile la cosa migliore che possiamo fare è “scambiarlo” con un pezzo avversario attivo, ad esempio un altro Alfiere o un Cavallo!

Per capire ancora meglio come sfruttare bene i propri Alfieri ti consiglio di guardare questo video importante:

Parliamo ora di un’altra cosa importantissima: la coppia di Alfieri.

L’importanza della Coppia di Alfieri

Ora voglio farti vedere questa figura, in cui ti mostrerò quanto sono importanti le coppie di Alfieri.

alfieri-forti-scacchi

Bene, in questo diagramma puoi capire quanto potere possano avere gli Alfieri se usati in coppia, sì perché insieme possono controllare fino ad un massimo di 28 case contemporaneamente!

In un finale di partita questo potrebbe fare la differenza contro ad esempio due Cavalli e portarti alla vittoria.

In una partita molto aperta e quindi con poche barriere formate da pezzi amici o nemici e con ampi spazi aperti la coppia di Alfieri dà il meglio di sé.

Viceversa gli Alfieri in una partita chiusa soffrono molto ed è difficile sfruttarli positivamente entrambi, in questo caso i Cavalli potrebbero avere il sopravvento dal momento che sono gli unici pezzi che possono “scavalcare” le barriere che trovano sulla loro strada, proprio come accade per i cavalli reali che superano gli ostacoli con un elegante salto così anche i Cavalli degli scacchi possiedono questa caratteristica.

Vediamo nello specifico come si comportano Cavallo e Alfiere in un finale e quindi in una situazione di ampi spazi aperti, dove l’Alfiere può mostrare di che pasta è fatto!

Finale di Alfiere contro Cavallo

In quest’ultimo capitolo voglio mostrarti un diagramma nel quale il Cavallo può essere neutralizzato facilmente dall’Alfiere (se non conosci ancora il movimento del Cavallo puoi impararlo guardando questo video).

esempio di alfiere

Tocca al bianco, dove potrebbe posizionarsi l’Alfiere per neutralizzare il Cavallo?

Proprio così, nella casa h5, dalla quale controlla le case g6 e f7, che sono le uniche due case su cui può muoversi il Cavallo in questa situazione.

Così facendo anche il Re avversario si troverà limitato nei movimenti ed in virtù della migliore posizione il bianco, se presterà la giusta attenzione, potrà portare a promozione almeno uno dei suoi pedoni.

Per altri esempi e per apprendere tutti i segreti di movimento, tattica, attacco e difesa dell’Alfiere come sempre non posso non consigliarti di entrare nell’Academy di Mattoscacco, ovviamente potrai imparare molto altro, potrai formarti correttamente, capire i concetti più importanti da tenere in considerazione in ogni situazione di partita, sviluppare il tuo gioco e conoscere tanti altri giocatori che come te nutrono interesse per questo mondo. Qui di seguito puoi trovare una lezione di anteprima tratto dal corso I segreti della Scuola Russa.

Non mi resta che salutarti e ringraziarti per essere arrivato fino in fondo all’articolo, a presto da Christian per Mattoscacco.com! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.